Bonus 600 euro co.co.co. Aprile a chi spetta, quando e come fare domanda Decreto Maggio 2020 ufficiale

di Chiara Compagnucci pubblicato il
Bonus 600 euro co.co.co. Aprile a chi sp

Decreto Maggio 2020, ufficiale bonus 600 euro

Cosa cambia per i co.co.co. rispetto al mese precedente? Poco o nulla poiché la cifra corrisposta continua a essere di 600 euro, ma la procedura per fare domanda è più semplice.

La conferma era nell'aria ma era indispensabile che venisse messa nera su bianco: anche i co.co.co. ovvero i collaboratori coordinati e continuativi riceveranno il bonus di 600 euro per coprire la riduzione economica o comunque la perdita di opportunità nel mese di aprile 2020.

Cosa cambia rispetto all'indennità del mese precedente? Poco o nulla poiché la cifra che verrà corrisposta continuerà a essere di 600 euro, ma la procedura per la formulazione delle domande sarà anche più semplice.

Non solo, ma provando a guardare anche oltre, il decreto Rilancio approvato solo poche ore dal Consiglio dei ministri prevede che i lavoratori titolari di rapporti di collaborazione coordinata e continuativa, iscritti alla gestione separata dell'Inps, non titolari di pensione e non iscritti ad altre forme previdenziali obbligatorie, è riconosciuta un'indennità per il mese di maggio 2020 pari a 1.000 euro.

La sola condizione supplementare che viene richiesta è la cessazione del rapporto di lavoro da parte dei collaboratori coordinati e continuativi alla data di entrata in vigore del decreto. Vediamo quindi

  • Decreto Maggio 2020, ufficiale bonus 600 euro co.co.co
  • Bonus 600 euro co.co.co., quando e come fare domanda

Decreto Maggio 2020, ufficiale bonus 600 euro co.co.co

Anche i collaboratori coordinati e continuativi possono ricevere il nuovo bonus di 600 euro per via dell'emergenza coronavirus. Confermato lo stop per i lavoratori titolari di rapporto di lavoro dipendente o titolari di pensione alla data di entrata in vigore del nuovo decreto.

L'esecutivo ha quindi previsto per i mesi di aprile e maggio 2020 lo stanziamento della medesima indennità di 600 euro per i lavoratori sportivi impiegati con rapporti di collaborazione, riconosciuta dalla società Sport e Salute.

Questa cifra non concorre alla formazione del reddito e non è erogata a chi beneficia di altro reddito da lavoro o del reddito di cittadinanza.

A chi ha già ottenuto il bonus per il mese di marzo, la somma di 600 euro viene erogata in automatico ovvero senza necessità di ulteriore domanda per i mesi di aprile e maggio 2020.

Bonus 600 euro co.co.co., quando e come fare domanda

La procedura sarà avviata tra pochi giorni, non appena l'Inps ne darà conferma attraverso il sito web. La modalità continua a essere telematica, ma con una importante novità.

A differenza di quanto abbiamo visto con la presentazione della richiesta di accesso alla prima indennità di 600 euro, questa volta non bisogna rifare la trafila. Basterà infatti attendere l'accredito, a meno che non si tratti di un lavoratore co.co.co. che richiede per la prima volta il bonus di 600 euro.

Questi ultimi non possono quindi tornare indietro ovvero avanzare la richiesta per la prima indennità. Come precisato quindi dall'Istituto nazionale della previdenza sociale, possono accedere i collaboratori coordinati e continuativi con rapporto attivo al data del 23 febbraio 2020 e iscritti alla gestione separata.

Allo stesso tempo non devono essere titolari di un trattamento pensionistico diretto e non devono essere beneficiari di altre forme di previdenza obbligatoria.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sui diritti per i lavoratori per rimanere aggiornato su tutte le novità: