Bonus 80 euro 2020 aumentato e beneficiari estesi con nuovo Governo Pd-M5S

Le risposte arriveranno solo con la manovra da approvare a fine anno, ma senza dubbio cambierà il programma fiscale 2020 con il nuovo programma.

Bonus 80 euro 2020 aumentato e beneficia

Bonus 80 euro 2020 aumentato

Dalla possibile cancellazione al possibile allargamento. Nel giro di poche settimane cambia improvvisazione la composizione del governo e muta il destino di una delle misure più discusse. Si tratta del bonus 80 euro ovvero del surplus in busta paga concesso ai lavoratori dipendenti dall'esecutivo Renzi e rimasto in vigore senza soluzione di continuità fino a questo momento. Tra le ipotesi prese in considerazione dal governo composto da Lega e Movimento 5 Stelle c'era l'abolizione di questo provvedimento perché considerato costo e iniquo per via della ristretta platea dei beneficiari.

La sostituzione della Lega con il Partito democratico (l'ufficialità ovvero la composizione del nuovo esecutivo è attesa tra pochi giorni) porta invece con sé la riscrittura del programma fiscale e difficilmente sparirà il bonus 80 euro introdotto proprio dal Pd. E anzi, potrebbe includere anche un maggior numero di destinatari dal 2020.

Bonus 80 euro esteso dal 2020?

Le risposte arriveranno solo con la manovra da approvare a fine anno, ma senza dubbio cambierà il programma fiscale. Il contratto tra Lega e Movimento 5 Stelle prevedeva la revisione delle imposte sui redditi con l'introduzione della flat tax per i lavoratori dipendenti: 15% e 20% e un sistema meno articolato di detrazioni per garantire la progressività delle imposte così come da disposizioni costituzionali. Le misure sarebbero state finanziate anche dalla cancellazione del bonus 80 euro Renzi.

Il nuovo programma della coppia tra Partito democratico e Movimento 5 Stelle prevede invece un'ampia riforma fiscale, ma la direzione intrapresa è opposta: sì all'abbassamento della pressione fiscale ma non alla flat tax, sì alla rimodulazione delle aliquote Irpef e non alla sparizione del bonus 80 euro. In attesa che si mettano intorno a un tavolo per definire i dettagli, la strada da seguire sarebbe addirittura quella dell'allargamento della platea dei destinatari degli 80 euro al mese.

Più precisamente non si esclude di includere gli incapienti ovvero coloro che guadagnano meno di 8.174 euro all'anno. Le incertezze sono di due tipi. Innanzitutto questa categoria di contribuente gode già dei benefici della no tax area e in seconda battuta occorre trovare le risorse economiche per finanziare il provvedimento. Non solo, ma resta da capire come concedere i famosi 80 euro senza busta paga.

Bonus 80 euro, a chi spetta e come funziona

A oggi il bonus 80 euro è ricevuto da circa 10 milioni di titolari di reddito di lavoro dipendente e di alcuni redditi assimilati tra 8.174 e 24.600 euro con un décalage fino a 26.600 euro. Destinatari sono i contribuenti il cui reddito è formato dai redditi di lavoro dipendente, dai redditi assimilati ovvero i compensi percepiti dai lavoratori soci delle cooperative, le indennità e i compensi percepiti a carico di terzi dai lavoratori dipendenti per incarichi svolti in relazione a tale qualità, le somme da chiunque corrisposte a titolo di borsa di studio, premio o sussidio per fini di studio o addestramento professionale.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sui diritti per i lavoratori per rimanere aggiornato su tutte le novità:
Ti è piaciuto questo articolo? star

Seguici su Facebook, clicca su "Mi Piace":


di Marianna Quatraro pubblicato il