Bonus prima casa 2020 proroga tempi e termini in cui utilizzarlo. Nuova durata e date per coronavirus

di Marianna Quatraro pubblicato il
Bonus prima casa 2020 proroga tempi e te

Bonus prima casa Nuova durata date coronavirus

Possibile proroga di un anno del bonus prima casa 2020 con nuovo decreto del governo di aprile: ovitÓ e agevolazioni previste

Il prossimo decreto di aprile del Governo Conte per emergenza coronavirus potrebbe contenere, tra le altre misure, la proroga del bonus prima casa 2020. Stando a quanto riportano le ultime notizie, infatti, il Ministero dell’Economia avrebbe aperto alla possibilità di rinviare i termini per utilizzare il bonus prima casa. Vediamo quali potrebbero essere nuova durata e nuove date per bonus prima casa 2020 prorogato per coronavirus.

Nuova durata e date bonus prima casa 2020 per coronavirus

Il Ministero dell’Economia a causa dell'emergenza coronavirus starebbe valutando l’ipotesi di prorogare di un anno il termine per usufruire del bonus prima casa 2020 per il riacquisto nel caso di cessione prima di 5 anni e per la vendita nel caso di acquisto di un secondo immobile da adibire ad abitazione principale.

Il bonus prima casa 2020 prevede la possibilità di:

  • vendere la prima casa anche prima dei 5 anni, a condizione di acquistare entro un anno un nuovo immobile da adibire ad abitazione principale;
  • acquistare una nuova prima casa ma provvedendo entro un anno alla vendita di un eventuale altro immobile di proprietà;
  • di detrarre come credito d’imposta l’imposta di registro versata per la prima casa se entro un anno si acquista una nuova abitazione principale.

Al momento, come precisato dallo stesso Mef, non sono stati prorogati il termine di un anno per il riacquisto della prima casa e il termine per la vendita. Ma trattandosi di una situazione particolare, quella creatasi per chi ha deciso per esempio di comprare un nuovo immobile da adibire ad abitazione principale, i termini di validità del bonus prima casa 2020 potrebbero essere rivisti e prorogati con il decreto di aprile del governo.

Bonus prima casa 2020 agevolazioni previste

Le agevolazioni fiscali che spettano per chi usufruisce del bonus prima casa 020 sono:

  • Iva al 4%;
  • Imposta di registro al 2% e imposta ipotecaria e catastale fissate a 50 euro ciascuna;
  • imposta ipotecaria e catastale equiparata a quella degli acquisti dalle imprese costruttrici (200 euro) per acquisti per successione e donazione;
  • credito d’imposta per chi vende una casa e la riacquista entro 12 mesi, con possibilità di sottrarre l’imposta da pagare con quella già pagata per l’acquisto dell’immobile precedente.

Chi acquista la prima casa con le agevolazioni previste dal bonus prima casa 2020 ha l’obbligo di trasferire la residenza nel nuovo immobile entro 18 mesi e in caso di trasferimento successivo decade la possibilità di usufruire del beneficio del bonus prima casa.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sui diritti per i lavoratori per rimanere aggiornato su tutte le novità: