Bonus vacanze 2020 per single, coppie e famiglie. Calcolo, requisiti ed esempi in Decreto Rilancio

di Chiara Compagnucci pubblicato il
Bonus vacanze 2020 per single, coppie e

Requisiti bonus vacanze 2020 per famiglie

L'esecutivo ha stanziato 2,4 miliardi di euro per finanziare il tax credit per le vacanze in Italia con sconto massimo fino a 500 euro. Ma solo con il rispetto di requisiti precisi.

Con il bonus vacanza contenuto nel decreto Rilancio, il governo punta a mettere nel sacco il coronavirus. Si tratta infatti della concessione di un credito a singoli e famiglie per godersi qualche giorno di riposo tra il mese di luglio e la fine dell'anno senza farse mettere in un angolo dal Covid-19.

Naturalmente con tutte le precauzione del caso, dal distanziamento sociale all'utilizzo di mascherine in pubblico. Ma si tratta anche di un modo per rimettere in moto una delle industrie più proficue del sistema Italia ovvero quella del turismo.

Da una parte noi siamo un popolo che difficilmente rinunciamo al piacere della vacanza nei mesi più caldi dell'anno mentre dall'altra tra mare e montagna, sono tantissime le strutture e gli stabilimenti che vivono di turismo con tutto l'indotto economico in grado di generare.

L'esecutivo ha complessivamente stanziato 2,4 miliardi di euro per finanziare il tax credit per le vacanze in Italia con sconto massimo fino a 500 euro. Ma solo con il rispetto di requisiti ben precisi. Entriamo nei dettagli e più precisamente

  • Requisiti bonus vacanze 2020 per single, coppie e famiglie
  • Bonus vacanze 2020 nel decreto Rilancio, calcolo ed esempi

Requisiti bonus vacanze 2020 per single, coppie e famiglie

Il primo fondamentale requisito da rispettare per rientrare tra i destinatari del bonus vacanze, da spendere per utilizzare servizi in Italia offerti dalle imprese turistico ricettive dagli agriturismi e dai bed&breakfast è il reddito Isee inferiore alla soglia di 40.000 euro.

Gli altri requisiti sono invece legati alle modalità di spesa dell'agevolazione economica perché il pagamento deve essere effettuato senza il passaggio da intermediari ovvero piattaforme o portali telematici ma direttamente alla struttura scelta.

La spesa deve essere documentata da fattura elettronica o documento commerciale con tanto di indicazione del codice fiscale del componente del nucleo familiare che fruisce del credito. Infine, il bonus vacanze non è dilazionabile e va utilizzato tutto e subito.

Bonus vacanze 2020 nel decreto Rilancio, calcolo ed esempi

La cifra del bonus vacanze 2020 di cui si può fruire non è la stessa per tutti:

  • 500 euro per ogni nucleo familiare e utilizzabile da un solo componente
  • 300 euro per i nuclei familiari composti da due persone
  • 150 euro per i nuclei familiari composti da una sola persona.

In buona sostanza, il credito previsto decresce con il diminuire dei componenti del nucleo familiare. Nel calcolo del bonus vacanze va però aggiunta un'altra fondamentale variabile relativa alla modalità di fruizione.

L'80% della somma (ad esempio 400 euro su 500) corrisponde a uno sconto secco sul corrispettivo dovuto mentre il restante 20% (100 euro) è riconosciuto come detrazione d'imposta in sede di dichiarazione dei redditi.

Spetta quindi all'Agenzia delle entrate, sentito l'Istituto nazionale della previdenza sociale e richiesto il parere dell'Autorità garante per la protezione dei dati personali, definire le modalità applicative della disposizione.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sui diritti per i lavoratori per rimanere aggiornato su tutte le novità: