Caro-carburante, stangata per automobilisti proprio per esodo annuncia Codacons

Attesi nuovi aumenti dei carburanti in vista dell’esodo estivo: annuncio dal Codacons, spesa media e cosa fare per evitarli

Caro-carburante, stangata per automobili

Caro carburante stangata esodo Codacons


Andare in vacanza quest’anno costerà di più quasi per tutti e non solo per i prezzi magari più alti che si dovranno spendere per trascorrere le ferie fuori casa staccando la spina, ma anche per fare benzina per arrivare alle stesse località delle ferie. Il motivo? Prezzi dei carburanti ancora in rialzo. Dal Codacons è arrivato l'annuncio: nuova stangata in vista per gli automobilisti in concomitanza al grande esodo estivo. Continuano a far tremare i prezzi dei carburanti in perenne rialzo, abbattendosi come un grande peso soprattutto per tutti coloro che in questi giorni e nei prossimi si metteranno in viaggio per raggiungere le località di mare e villeggiatura.

Caro carburante: nuova stangata per gli automobilisti

Una nuova stangata da oltre 500 milioni di euro: le ultime notizie rese note dal Codacons annunciano, infatti, un nuovo rincaro per i carburanti che starebbe per abbattersi per tutti coloro che si sposteranno in macchina per raggiungere le località di vacanza. Aumenti previsti sia per benzina che per gasolio per chi in questi giorni si sposterà in auto per raggiungere le mete di villeggiatura.

Il Codacons, infatti, considerato il numero di italiani che si preparano partire nelle prossime settimane dando vita all’esodo estivo, ha stimato una stangata complessiva da 540 milioni di maggiori costi per i carburanti. Per evitare ulteriori rialzi ma anche questi in arrivo, il presidente del Codacons Rienzi si augura immediati provvedimenti da parte del governo volti a tutelare gli automobilisti.

Caro carburanti: aumenti stimati

Secondo quanto reso noto dal Codacons, oggi un litro di gasolio costa il 12,4% in più rispetto allo stesso periodo del 2017, mentre la benzina costa mediamente il 9% in più, ciò significa che per fare un pieno ad un’auto di media cilindrata ogni automobilista spenderà circa 8,3 euro in più rispetto allo scorso anno per il gasolio e circa 6,75 euro per il diesel. Ciò che andrebbe finalmente evitato è il pagamento delle assurde accise, come definite dallo stesso Codacons, che il nostro Paese ancora paga e che fanno lievitare il costo dei carburanti.