Carta Acquisti, le 2 novitą fino al 30 settembre da conoscere assolutamente perchč molto importanti

di Marianna Quatraro pubblicato il
Carta Acquisti, le 2 novitą fino al 30 s

Come funziona la carta acquisti 2023 e quali sono le due importanti novitą della misura attese fino alla fine di settembre

Quali sono le due importanti novità che interessano la carta acquisti fino al prossimo 30 settembre? La nuova Carta Acquisti 2023, Dedicata a te, ha un valore di 382,5 euro e viene riconosciuta direttamente, senza necessità di presentare alcuna domanda specifica, alle famiglie con Isee entro i 15mila euro tramite ricarica di una tessera Poste Pay nominativa che si può usare solo per l’acquisto di beni di prima necessità e di generi alimentari. 

  • Chi rischia di dover restituire i soldi della carta acquisti
  • Quali sono le scadenze per attivazione della carta acquisti 2023

Chi rischia di dover restituire i soldi della carta acquisti 

La prima importante novità che interesserà la carta acquisti fino al prossimo 30 settembre riguarda milioni di italiani per cui potrebbe prospettarsi il rischio di rimborso di soldi eventualmente già spesi della carta acquisti e di restituzione del tutto la carta. 

E si tratta di un rischio che corrono coloro che percepiscono il reddito di cittadinanza: come previsto dalla norma approvata sulla nuova carta acquisti Dedicata a te 2023, i precettori del reddito di cittadinanza, come tutti coloro che percepiscono strumenti di sostegno al reddito, sono esclusi dalla possibilità di ricevere la carta acquisti eppure in moltissimi hanno già ricevuto e stanno ricevendo dai Comuni comunicazioni per andare a ritirare la card presso gli uffici postali.

Poste Italiane ha, infatti, distribuito le card Dedicata a te 2023 anche a precettori di reddito di cittadinanza, che in realtà non potrebbero riceverla, e che se la ritirano e la usano, saranno chiamati dall’Agenzia delle Entrate restituire i soldi indebitamente avuti. 

In particolare, l’Inps procede a fare controlli sulla effettiva sussistenza dei requisiti necessari per avere la carta acquisti 2023 e verso la fine di settembre potrebbe richiedere il rimborso della somma percepita a coloro che non avrebbero dovuto riceverla.

Precisiamo che la carta acquisti 2023 Dedicata a te non spetta a chi percepisce il reddito di cittadinanza ma anche ai precettori di:

  • reddito di inclusione; 
  • indennità di disoccupazione Naspi e Dis Coll;
  • cassa integrazione guadagni-CIG;
  • indennità di mobilità;
  • fondi di solidarietà per l’integrazione del reddito;
  • qualsiasi altra misura di inclusione sociale o sostegno alla povertà o in cui almeno uno dei componenti sia percettore di Assicurazione Sociale per l’Impiego;
  • altra forma di integrazione salariale o di sostegno nel caso di disoccupazione involontaria, erogata dallo Stato.

Quali sono le scadenze per attivazione della carta acquisti 2023

L’altra importante novità che interessa la carta acquisti 2023 è il termine di scadenza da rispettare per l’attivazione della carta stessa, pena la decadenza della misura. 

Secondo quanto previsto dalla norma approvata per l’introduzione della carta acquisti 2023, perché diventi valida e utilizzabile, il primo acquisto deve essere effettuato presso i supermercati e altri negozi convenzionati entro il 15 settembre, altrimenti la carta viene bloccata e non sarà più utilizzabile. 

Gli acquisti che si possono fare con la nuova carta acquisti sono di generi alimentari e prodotti di prima necessità come carne, pesce, uova, farine, latte e derivati (come formaggi, yogurt, ecc), olio, zucchero, sale, prodotti della panetteria, pasta, riso, farro e ogni altro cereale, frutta, verdure, ecc, ma con i soldi della carta acquisti 2023 si possono acquistare anche prodotti per la prima infanzia e l’igiene personale.