Multe auto pagamenti 2020 nuove scadenze per coronavirus. Date e proroga termini

di Chiara Compagnucci pubblicato il
Multe auto pagamenti 2020 nuove scadenze

Date e proroga termini multe auto 2020

In base all'evolversi della situazione sanitaria, il governo deciderà se prorogare i provvedimenti, ripristinare la situazione di normalità oppure prevedere misure differenti.

Tutto bloccato, anche il pagamento delle multe auto in Italia e tutto ciò che ruota attorno tra verbali e ricorsi. Troppo grave e improvvisa l'emergenza coronavirus che si è scatenata in Italia per non dare un colpo di spugna all'interno impianto normative.

La variabile temporale è decisiva perché le nuove disposizione restano in vigore per circa 3 settimane ovvero dal 10 marzo al 3 aprile.

Dopodiché, in base alla situazione sanitaria, il governo deciderà se prorogare i provvedimenti, ripristinare la situazione di normalità oppure prevedere misure differenti.

A oggi è difficile esprimere certezze perché lo stato di salute del Paese viene monitorato giorno dopo giorno e le valutazioni con i successivi provvedimenti sono valutati passo dopo passo. Alla luce delle ultime novità già entrate in vigore, approfondiamo

  • Coronavirus, nuove scadenze pagamenti multe auto 2020
  • Date e proroga termini multe auto 2020

Coronavirus, nuove scadenze pagamenti multe auto 2020

Le due date da ricordare sono il 10 marzo e il 3 aprile ovvero il periodo di tempo in cui sono sospese tutte le scadenze di 60 giorni per il pagamento delle multe auto di tutti i tipi e di 30 giorni per presentare ricorso al giudice di pace.

A meno di un nuovo decreto, i termini tradizionali saranno ripristinati il 4 aprile. Stessa cosa nel caso in cui il proprietario dell'auto abbia ricevuta la notifica del verbale che prevede come sanzione accessoria il taglio di punti patente e decide di proporre ricorso al prefetto.

Dal punto di vista procedurale non occorre presentare la dichiarazione di chi era alla guida del veicolo sanzionato e attendere la decisione, ma si tratta di un problema che scivola inesorabilmente dopo il 4 aprile.

Date e proroga termini multe auto 2020

Ribadiamo quindi che la data del 4 aprile 2020 come primo giorno di rinvio dei termini per il pagamento delle multe auto continua a rimanere in bilico ed è legato all'evolversi della situazione sanitaria.

In condizioni normali, il ricorso contro la multa auto può essere presentata entro 60 giorni dalla notifica dell'atto ovvero può essere consegnato a mano oppure inviato via raccomandata andata e ritorno o tramite posta elettronica certifica.

Il fascicolo deve contenere la richiesta di annullamento firmata dall'intestatario del verbale con eventuale richiesta di audizione per spiegare al prefetto l'accaduto, la copia dei documenti che attestano l'estraneità del veicolo all'infrazione rilevata, come l'atto di vendita autenticato dal notaio, la copia del documento di identità dell'intestatario del verbale, la copia o l'originale del verbale stesso.

L'alternativa è il ricorso al giudice di pace, da presentare entro 30 giorni dalla notifica del verbale direttamente presso gli uffici o inviando una raccomandata andata e ritorno allo stesso indirizzo. A differenza di quanto avviene nel caso di ricorso al prefetto, il proprietario dell'auto può chiedere al giudice di pace la sospensiva dei termini di pagamento ovvero la possibilità di versare la sanzione originale nel caso in cui il ricorso venga rigettato.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sui diritti per i lavoratori per rimanere aggiornato su tutte le novità:
Ultime Notizie