Nuovi controlli Agenzia Entrate trovano centinaia di evasori. Avvisi in arrivo. E' solo inizio

Queste prime centinaia di contribuenti sotto la lente di ingrandimento vanno considerati solo i primi di un'attività di controllo conti correnti ben più lunga.

Nuovi controlli Agenzia Entrate trovano

Controlli conti correnti 2019 Agenzia delle entrate

Diventano più serrati i controlli 2019 dell'Agenzia delle entrate con lo strumento dell'Anagrafe dei conti bancari che sta mostrando le sue potenzialità. Si tratta dello strumento attraverso cui il fisco può accedere al tutte le informazioni relative ai conti correnti (dai prelievi ai depositi fino al saldo), fornite periodicamente dalle stesse banche.

L'obiettivo è di andare a caccia di forme di evasione, piccole o grandi che siano e stando alle ultime informazioni, sono centinaia i contribuenti finiti nella rete tra società di persone e di capitali. L'operazione è condotta congiuntamente da Agenzia delle entrate e Guardia di finanza e si tratta solo della prima ondata di controlli conti correnti 2019.

Controlli conti correnti 2019 Agenzia delle entrate

Queste prime centinaia di contribuenti sotto la lente di ingrandimento dell'Agenzia delle entrate vanno considerati solo i primi di un'attività di controllo conti correnti ben più lunga. Sarebbero infatti in arrivo nuovi avvisi in base alla sperimentazione dell'incrocio dei dati fiscali on quelli dell'Anagrafe dei conti correnti bancari. E ricordiamolo subito: spetta allo stesso presunto evasore dimostrare la correttezza del proprio comportamento e non all'Agenzia delle entrate fornire prove della colpevolezza del contribuente nel mirino.

Il tutto avviene nonostante l'incertezza su due punti fondamentali: le misure di sicurezza, di natura tecnica e organizzativa, per la trasmissione dei dati e la loro conservazione, insieme alla periodicità e la modalità di comunicazione dei dati.

Queste prime centinaia di presunti evasori sotto esame sarebbero comunque grandi contribuenti ovvero avrebbero movimentato sui conti correnti oltre un milione di euro. Ma come reso noto, la Superanagrafe avrà un ruolo centrale anche per le persone fisiche, rispetto a cui il primo passaggio è la creazione di liste selettive di contribuenti da condividere con gli uffici locali dell'Agenzia delle entrate per procedere ad approfondimenti e controlli. Ricordando comunque che le indagini sui conti correnti richiedono l'autorizzazione preventiva poiché si accede a tutti i singoli movimenti in entrata e in uscita del contribuente.

Come funziona l'Anagrafe dei conti bancari

In base alle regole 2019, gli operatori finanziari hanno l'obbligo di comunicare all'Anagrafe Tributaria tutte le movimentazioni effettuate, per conto proprio o per conto di terzi, dai propri clienti nell'ambito dei rapporti finanziari con essi detenuti; ogni informazione relativa a tali rapporti che sia necessaria ai fini dei controlli fiscali; oltre all'importo delle operazioni finanziarie di tutte le operazioni fuori conto.

Nulla sfugge insomma all'occhio del fisco che rispetti ai conti correnti 2019 può così muoversi lungo due binari paralleli: quello selettivo per l'elaborazione di liste di contribuenti considerati a maggior rischio di evasione; quello accertativo con l'arricchimento dell'Anagrafe Tributaria da parte degli operatori finanziari e concedendo la possibilità di utilizzo queste informazioni per rettificare in modo più preciso le posizioni dei contribuenti già individuati.

Ti è piaciuto questo articolo? star

Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il