Chi e come deve richiedere bonus 150 euro e chi non deve fare nulla per circolare INPS

di Marianna Quatraro pubblicato il
Chi e come deve richiedere bonus 150 eur

Quali sono i beneficiari del bonus di 150 euro di novembre che devono presentare apposita domanda e chi non è obbligato a presentarla

Chi e come deve richiedere bonus 150 euro a Novembre e chi lo prenderà senza fare nulla? Il bonus di 150 euro una tantum di novembre sarà pagato direttamente dall’Inps o da singole Casse private professionali ai propri iscritti a condizione che si tratti di lavoratori con un reddito annuo riferito al 2021 entro i 20mila euro.

Esattamente come accaduto per il precedente bonus di 200 euro una tantum di luglio, anche per avere il bonus di 150 euro di novembre alcuni dovranno presentare apposita domanda mentre altri lo riceveranno in automatico. Vediamo di chi si tratta.

  • Chi deve richiedere bonus 150 euro novembre e come
  • Chi prenderà in automatico bonus 150 novembre
  • Chi non riceverà bonus 150 euro novembre

Chi deve richiedere bonus 150 euro novembre e come

I beneficiari del nuovo bonus di 150 euro di novembre sono, in generale:
  • lavoratori dipendenti a tempo indeterminato e determinato, anche part time;
  • disoccupati che percepiscono le indennità Naspi e Dis Coll;
  • coloro che percepiscono la disoccupazione agricola;
  • pensionati che percepiscono pensione di vecchiaia e anticipata ordinaria;
  • pensionati che percepiscono pensione di reversibilità e invalidità;
  • lavoratori dello spettacolo;
  • lavoratori stagionali e del turismo a tempo determinato e intermittenti che nel 2021 abbiano svolto la prestazione per almeno 50 giornate;
  • titolari di pensione o assegno sociale;
  • precettori del reddito di cittadinanza;
  • collaboratori co.co.co; 
  • dottorandi e assegnisti;
  • lavoratori autonomi e professionisti con Partita Iva iscritti a Inps e Casse private previdenziali. 
Di queste categorie di persone devono presentare apposita domanda certamente lavoratori autonomi e professionisti con Partita Iva iscritti a Inps e Casse private previdenziali, per cui è possibile presentare fino al prossimo 30 novembre un’unica istanza per la contestuale richiesta sia di bonus di 200 euro di luglio e sia di bonus di 150 euro di novembre a condizione, chiaramente, di soddisfare i requisiti richiesti dalla legge.

Devono poi presentare domanda direttamente all’Inps, accedendo al sito dell’Istituto di Previdenza e inserendo le proprie credenziali Spid, Cie o Cns e seguendo la procedura dedicata all’indennità una tantum di 150 euro, le seguenti categorie di persone:

  • titolari di rapporti di collaborazione coordinata e continuativa, iscritti alla Gestione Separata e con un contratto attivo alla data del 18 maggio 2022 e reddito derivante dai suddetti rapporti non superiore a 20mila euro per il 2021;
  • lavoratori stagionali, a tempo determinato e intermittenti con 50 giornate di lavoro effettivo nel 2021 e un reddito entro i 20mila euro, compresi anche i lavoratori a tempo determinato del settore agricolo;
  • lavoratori iscritti al Fondo Pensione Lavoratori dello Spettacolo con 50 contributi giornalieri nel 2021, da cui deriva un reddito non superiore a 20mila euro;
  • incaricati alle vendite a domicilio, titolari di partita Iva attiva e iscritti alla Gestione Separata Inps.

Chi prenderà il bonus 150 novembre senza presentare domanda il

Ricevono senza dover far domanda il bonus di 150 euro di novembre le seguenti categorie di persone:
  • lavoratori dipendenti pubblici;
  • lavoratori dipendenti privati (previsa presentazione della autodichiarazione prevista dalla legge al datore di lavoro);
  • precettori di reddito di cittadinanza;
  • badanti, colf e lavoratori domestici con uno o più rapporti di lavoro in corso che hanno già presentato domanda per avere il bonus di 200 euro;
  • titolari delle indennità di disoccupazione Naspi e Discoll;
  • titolari di disoccupazione agricola

Chi non riceverà bonus 150 euro novembre

Se alcune categorie di persone devono presentare domanda per avere il bonus di 150 euro di novembre e altre lo riceveranno in automatico, ci sono anche categorie di persone che resteranno fuori dalla misura. Le ultime notizie confermano, infatti, che non avranno il pagamento dei 150 euro a novembre colf, badanti e altri lavoratori domestici che non hanno presentato domanda per avere il precedente bonus di 200 euro.

Ciò significa che una badante o altro lavoratore domestico che non ha presentato l’apposita domanda per avere il bonus di 200 euro, pur avendo i requisiti necessari per avere il nuovo bonus di novembre, non potrà ricevere il pagamento dei 150 euro. Non riceveranno, inoltre, il bonus di 150 euro di novembre anche tirocinanti e stagisti, già esclusi dal bonus di 200 euro, e chi va in pensione proprio a novembre 2022.