Come fare divorzio durante coronavirus a distanza in modo veloce

di Marianna Quatraro pubblicato il
Come fare divorzio durante coronavirus a

Come fare divorzio durante coronavirus distanza veloce

Udienze per divorzi a distanza e in modalità telematica: come funziona la separazione ai tempi del coronavirus e chi può farla

La fine della quarantena dovuta all’emergenza coronavirus che ha chiuso in casa milioni di italiani si tradurrà, stando a quanto anticipano le ultime notizie, in un aumento esponenziale di separazioni e divorzi. E divorziare ai tempi del coronavirus sembra anche più semplice e veloce. Vediamo come fare il divorzio durante il coronavirus.

Come fare divorzio durante coronavirus a distanza in modo veloce

Stando a quanto riportano le ultime notizie, il Consiglio nazionale forense (Cnf) ha approvato le nuove linee guida da seguire in tempi di emergenza coronavirus per i procedimenti in materia di famiglia entro e non oltre la data del 30 giugno, che prevedono, tra le altre misure, la possibilità di divorzio a distanza.

Secondo quanto spiegato dal Consiglio nazionale degli avvocati, la vita delle persone non può rimanere sospesa a causa dell’emergenza coronavirus ed è necessario sostenere e seguire le coppie che vogliono lasciarsi. Proprio per questo motivo sono state approvate le udienze di divorzio a distanza in modalità telematica.

Fino al 30 giugno, dunque, le cause di divorzio si possono fare a distanza, tra deposito degli atti online, negoziazione assistita via Pec, videoconferenze. Per quanto riguarda la procedura di divorzio a distanza i passaggi previsti sono i seguenti:

  • gli avvocati devono inviare 24 ore prima dell’udienza telematica una Pec al presidente in cui i coniugi dichiarano di non volersi conciliare, di essere a conoscenza delle norme che prevedono la partecipazione all’udienza e di avere liberamente rinunciato alla presenza fisica;
  • il presidente convoca online marito e moglie per ascoltarli separatamente o a orari diversi e poi fissa l’udienza con tutte le parti;
  • viene presentato il verbale con la funzione ‘Condividi schermo’ di Teams o Skype for business.

Per la negoziazione assistita, si possono presentare tramite posta certificata Pec il deposito degli accordi in Procura, il nulla osta o l’autorizzazione dei magistrati e la trasmissione allo stato civile.
 

Chi può fare divorzio online a distanza

La procedura online per divorzi a distanza, precisiamo, non vale per tutte le coppie che divorziano. Stando, infatti, a quanto stabilito, si possono fare i ricorsi online per divorzi a distanza in via telematica solo nei seguenti casi:

  • per separazione consensuale e divorzio congiunto;
  • per modifiche delle condizioni di affidamento dei minori;
  • per modifiche dei provvedimenti della separazione, per cui non serve tentativo di conciliazione come chiarito dalla Cassazione.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sui diritti per i lavoratori per rimanere aggiornato su tutte le novità:
Ultime Notizie