Come funziona aumento 100 euro al mese stipendio con taglio cuneo fiscale ufficiale da luglio

di Chiara Compagnucci pubblicato il
Come funziona aumento 100 euro al mese s

Taglio cuneo fiscale ufficiale da luglio

C'è una notizia che sta passando in sordina poiché l'attenzione è adesso tutta sull'emergenza sanitaria e le conseguenze economiche e occupazionali che ne derivano: il taglio del cuneo fiscale.

Il mese di aprile 2020 passerà alla storia nel mondo del lavoro in Italia per almeno due ragioni. In prima battuta questo è il mese dell'erogazione del bonus di 100 euro per chi, anche in questi giorni di paralisi dell'attività lavorativa per via della diffusione del coronavirus e dunque assumendo i rischi che derivano dal mancato isolamento sociale.

Ma c'è una seconda notizia da segnalare e che sta passando in sordina poiché l'attenzione è adesso tutta sull'emergenza sanitaria e le conseguenze economiche e occupazionali che ne derivano.

Ha infatti ottenuto il disco verde definitivo il taglio del cuneo fiscale ovvero il costo del lavoro per le imprese.

Cosa cambia in concreto? Che i lavoratori si ritroveranno da luglio una busta paga un po' più soddisfacente. Le nuove misure che prevedono un mix tra incentivi e detrazioni entrano infatti in vigore solo dalla seconda parte dell'anno.

Le regole di base prevedono l'esclusione degli incapienti, la concessione di un bonus fino a 100 euro per i redditi fino a 28.000 euro e da questa cifra a 40.000 euro una detrazione decrescente. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo

  • Da luglio taglio cuneo fiscale ufficiale da luglio
  • Subito bonus di 100 euro in busta paga

Da luglio taglio cuneo fiscale ufficiale da luglio

Anche se a ritmo rallentamento e con le principali attenzioni indirizzate all'emergenza coronavirus, i lavori del parlamento stanno proseguendo e tra le principali novità degli ultimi giorni c'è l'approvazione della riduzione del costo del lavoro che cambia anche la convenienza degli straordinari.

Sparisce il bonus di 80 euro esce di scena, sostituito dal cosiddetto trattamento integrativo dei redditi ovvero il taglio del cuneo fiscale. Al via del mese di luglio 2020, le buste paga dei lavoratori cambiano in questo modo:

  • reddito 28.000 euro, detrazione 600,0 euro, mensile 100,0 euro
  • reddito 29.000 euro, detrazione 582,9 euro, mensile 97,1 euro
  • reddito 30.000 euro, detrazione 565,7 euro, mensile 94,3 euro
  • reddito 31.000 euro, detrazione 548,6 euro, mensile 91,4 euro
  • reddito 32.000 euro, detrazione 531,4 euro, mensile 88,6 euro
  • reddito 33.000 euro, detrazione 514,3 euro, mensile 85,7 euro
  • reddito 34.000 euro, detrazione 497,1 euro, mensile 82,9 euro
  • reddito 35.000 euro, detrazione 480,0 euro, mensile 80,0 euro
  • reddito 36.000 euro, detrazione 384,0 euro, mensile 64,0 euro
  • reddito 37.000 euro, detrazione 288,0 euro, mensile 48,0 euro
  • reddito 38.000 euro, detrazione 192,0 euro, mensile 32,0 euro
  • reddito 39.000 euro, detrazione 96,0 euro, mensile 16,0 euro
  • reddito 40.000 euro, detrazione 0, mensile 0

Subito bonus di 100 euro in busta paga

Se per il bonus in busta paga, frutto del taglio del cuneo fiscale, occorre aspettare il mese di luglio, diverso è il caso del bonus di 100 euro concesso ai dipendenti che stanno lavorando in sede ovvero negli uffici e nelle aziende anche in questo periodo di diffusione del contagio.

Ma con alcune precisazione: il premio spetta ai redditi inferiori a 40.000 euro ed è proporzionato ai giorni effettivi di lavoro.

In pratica l'importo di 100 euro viene erogato in caso di assenze, altrimenti viene proporzionato alle presenze. Il surplus è previsto nella busta paga di aprile e sarà concesso in automatico ovvero senza che il lavoratore faccia esplicita richiesta.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sui diritti per i lavoratori per rimanere aggiornato su tutte le novità:
Ultime Notizie