Come funziona bonus 3 mesi di affitto negozi, bar, ristoranti, aziende rimborso Decreto Maggio Coronavirus

di Chiara Compagnucci pubblicato il
Come funziona bonus 3 mesi di affitto ne

Come funziona rimborso affitto nel decreto maggio

Con il nuovo decreto di maggio, l'esecutivo ha spinto sul pedale dell'acceleratore ovvero ha potenziato i provvedimenti già adottati nel precedente decreto di marzo.

Troppo lunga e dannosa la crisi economica provocata dalla diffusione del coronavirus per non spingere il governo ad approvare nuove misure di sostegno per negozi, bar, ristoranti e aziende ovvero per tutte quelle realtà che sono rimaste completamente (o quasi) ferme al palo in seguito al lockdown.

Con il nuovo decreto di maggio, l'esecutivo ha spinto sul pedale dell'acceleratore ovvero ha potenziato i provvedimenti già adottati nel precedente decreto di marzo.

Le novità approvate sono infatti di due tipi: da una parte il maggiore sollievo economico in termini di entità del bonus affitto e di durata. In seconda battuta assistiamo all'allargamento dei beneficiari di questa misura. E a dirla proprio tutto, come approfondiamo in questo articolo, in ballo ci sono anche altre misure oltre al bonus affitto.

L'obiettivo dichiarato è far pesare meno la crisi ad alberghi ristoranti e bar per via della sospensione dell'attività lavorativa e allo stesso tempo creare le condizioni migliori per favorire la ripartenza adesso che la fase 2 è stata ufficialmente avviata. Vediamo tutto:

  • Coronavirus, bonus 3 mesi di affitto negozi, bar, ristoranti, aziende
  • Come funziona rimborso affitto nel decreto maggio per coronavirus

Coronavirus, bonus 3 mesi di affitto negozi, bar, ristoranti, aziende

Solamente le imprese che hanno realmente subito un calo del fatturato per via della sospensione dell'attività lavorativa in seguito alla diffusione del coronavirus possono richiedere il blocco del pagamento dell'affitto per tre mesi ovvero da maggio a luglio 2020.

Tecnicamente si parla di ristoro integrale del costo sostenuto per la locazione e avverrà attraverso il credito d'imposta al 100%. Se la perdita di fatturato è considerato l'elemento fondamentale per accedere a questa possibilità, dall'altra vengono a cadere tutti i limiti legati al tipo di attività.

Possono infatti presentare domande tutte le attività, come negozi, bar, ristoranti, senza tenere conto della dimensione o del comparto d'appartenenza.

Si tratta di una estensione del credito d'imposta del 60% del canone di affitto relativo al mese di marzo 2020 concesso a negozi e botteghe ovvero alle attività della categoria catastale C1. In quel caso i limiti sono stati di naturale temporale (un mese) e di importo (60%) con il credito d'imposta utilizzabile esclusivamente in compensazione.

Come funziona rimborso affitto nel decreto maggio per coronavirus

Il funzionamento del bonus 3 mesi di affitto non dovrebbe essere quindi differente rispetto al primo bonus del 60% e la conferma è arriva dal ministro dell'Economia Roberto Gualtieri.

In occasione dell'audizione davanti alle Commissioni riunite Finanze e Attività produttive. L'intenzione - ha spiegato il responsabile del dicastero di via XX Settembre, rivelando le misure a sostegno delle imprese contenute nel decreto di maggio - è di varare un ristoro integrale del costo sopportato per tre mesi per l'affitto di tutte le imprese, di qualsiasi natura e dimensioni, che abbiano subito un calo del fatturato.

Le mensilità coperte sono 3 e la disposizione varrà per tutti gli affitti commerciali.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sui diritti per i lavoratori per rimanere aggiornato su tutte le novità:
Ultime Notizie