Come funziona credito di imposta sanificazione negozi, uffici e aziende 80% per coronavirus

di Chiara Compagnucci pubblicato il
Come funziona credito di imposta sanific

Sanificazione negozi, uffici e aziende, come funziona

Tutti i dettagli del credito d'imposta per favorire la ripresa dell'organizzazione del lavoro e l'adeguamento degli ambienti per limitare la diffusione e la ripresa del contagio.

Cresce la responsabilità di aziende e lavoratori nella sanificazione degli ambienti di lavoro ed ecco che il governo introduce facilitazioni per contenere le spese e rendere più economicamente più affrontabile il nuovo impegno di spesa.

Più precisamente si tratta di in credito di imposta per la sanificazione di negozi, uffici e aziende fino all'80% dei costi sostenuti nel 2020 per contenere la diffusione del coronavirus.

Ma come vedremo in questo articolo sono anche altre le caratteristiche di questo speciale bonus concesso alle imprese di tutte le dimensioni.

Ne anticipiamo due di particolare interesse: il limite massimo di 80.000 euro per cui è possibile fruire del credito d'imposta e la compatibilità con altre agevolazioni previste per le spese finalizzate con lo stesso obiettivo. In questo modo, assicurano dall'esecutivo, la strada verso la normalizzazione ovvero con la convivenza con il coronavirus diventa più semplice.

Scopriamo allora tutti i dettagli del credito d'imposta per favorire la ripresa dell'organizzazione del lavoro e l'adeguamento degli ambienti per limitare la diffusione e la ripresa del contagio:

  • Coronavirus, credito di imposta all'80% per la sanificazione
  • Sanificazione negozi, uffici e aziende, come funziona credito di imposta

Coronavirus, credito di imposta all'80% per la sanificazione

Via libera al credito d'imposta all'80% che gli esercenti attività di impresa, arte o professione possono utilizzare in 10 anni in compensazione. Questa agevolazione può essere ceduta ad altri soggetti, incluse banche e intermediari finanziari, con possibilità di successiva cessione del credito.

Cumulabile con altre agevolazioni previste per le stesse spese, viene data la possibilità di sfruttare questa opzione entro il limite di spesa di 80.000 euro per il 2020.

Come precisato nel decreto governativo, l'obiettivo è sostenere ed incentivare l'adozione di misure legate alla diversa organizzazione del lavoro e adeguamento degli ambienti di lavoro, aperti e non aperti al pubblico e compresi associazioni, fondazioni ed enti privati.

Sanificazione negozi, uffici e aziende, come funziona credito di imposta

Dal punto di vista tecnico, il credito di imposta all'80% per la sanificazione di negozi, uffici e aziende può essere unito ad altre facilitazioni economiche per le stesse spese e nel limite dei costi sostenuti. In ogni caso è utilizzabile in 10 anni solo in compensazione.

Il credito d'imposta copre le spese per il contenimento della diffusione del coronavirus anche nel caso di rifacimento spogliatoi, mense, realizzazione di spazi medici, ingressi e spazi comuni.

Via libera anche per gli arredi di sicurezza, per lo sviluppo o l'acquisto di tecnologie necessarie allo svolgimento dell'attività lavorativa e le apparecchiature per il controllo della temperatura dei dipendenti.

Spetta successivamente all'Agenzia delle entrate indicare tutti i dettagli ovvero le istruzioni operative sulle modalità di utilizzo del credito d'imposta sulla sanificazione in base alle disposizioni contenute del decreto governativo di maggio.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sui diritti per i lavoratori per rimanere aggiornato su tutte le novità:
Ultime Notizie