Bonus facciata ed ecobonus 2020 si possono usare insieme o no. Quando compatibili. I casi

di Marianna Quatraro pubblicato il
Bonus facciata ed ecobonus 2020 si posso

Bonus facciate ecobonus usare insieme compatibili casi

Bonus facciate ed ecobonus 2020 si possono usare insieme: quali sono i casi in cui i due bonus sono compatibili e quando no

Il bonus facciata 2020 ed ecobonus 2020 possono essere compatibili? La domanda nasce a seguito della introduzione del nuovo bonus facciate che prevede alcuni interventi già previsti dall’ecobonus. Bonus facciate ed ecobonus 2020 si possono usare insieme ed effettuare le tinteggiature della facciata ed eseguire interventi che rientrano nell’ecobonus, usufruendo anche di altre detrazioni, ma per evitare di creare dubbi e problemi, si attendono chiarimenti ufficiali da parte dell’Agenzia delle Entrate su eventuali possibilità di usare insieme bonus facciate ed ecobonus 2020. Vediamo quali sono i casi in cui bonus facciate ed ecobonus si possono usare insieme e quando no.

Bonus facciata 2020 ed ecobonus 2020 quando sono compatibili casi

Nell’attesa di spiegazioni e chiarimenti da parte dell’Agenzia delle Entrate, stando a quanto previsto dalla normativa relativa a bonus facciata ed ecobonus 2020, potremmo dire che si possono cumulare ma solo in determinati casi, per esempio, i lavori di tinteggiatura avrebbero diritto al bonus facciate e i lavori che consentono di produrre un miglioramento dell’efficienza energetica avrebbero diritto all’ecobonus.
 
Con particolare riferimento alle spese sostenute dal primo gennaio al 31 dicembre 2020 per lavori di recupero o restauro della facciata esterna, per gli edifici ubicati in zona A (centri storici) e B (totalmente o parzialmente edificate) è prevista la detrazione del 90% del bonus facciate e senza alcun limite di spesa invece del 65% con tetto di spesa previsto dall’ecobonus.

Per spese documentate sostenute nell’anno 2020 per interventi come sola pulitura o tinteggiatura esterna per il recupero o restauro della facciata spetta una detrazione dall’imposta lorda pari al 90%, ripartita in dieci quote annuali costanti e di pari importo nell’anno di sostenimento delle spese e in quelli successivi.

Per lavori di rivestimento a cappotto, vale l’ecobonus perché si tratta di interventi soggetti ai controlli dell’Enea, per cui in tal caso bonus facciate ed econobonus 2020 non sono compatibili.

Per l'installazione di un ponteggio e l'ultimo strato di intonaco, lavori comuni sia agli interventi di rifacimento delle facciate sia a quelli di miglioramento della prestazione energetica, per le spese sostenute si possono usare insieme bonus facciate ed ecobonus in maniera proporzionale ai lavori per il rifacimento facciate per l’efficientamento energetico, con i rispettivi benefici fiscali del 90% o del 65%.

Per ulteriori dubbi o chiarimenti interpretativi si rimanda alle Circolari esplicative che l’Agenzia delle Entrate vorrà emanare, sperabilmente in tempo utile per mettere i contribuenti in condizione di fare le scelte più corrette ed opportune e non solo sul piano fiscale.

Bonus facciate ed ecobonus 2020 cosa prevedono

Il bonus facciate 2020, stando alla normativa ufficiali, prevede una detrazione fiscale del 90% sulle spese effettuate per il restauro e il recupero delle facciate esterne degli edifici e vale sia per case indipendenti sia per palazzi condominiali ubicati in un centro storico o in periferia di grandi e piccoli Comuni.

L'ecobonus 2020 si può richiedere per lavori volti a migliorare il rendimento energetico della propria abitazione e permette, invece, di usufruire di detrazioni Irpef del 65% e del 50% in base alla tipologia di lavoro che si effettua.

Sia per avere bonus facciate 2020 sia per avere l’econobonus 2020 bisogna effettuare i pagamenti delle spese che si sostengono unicamente con bonifico bancario o postale che riporti causale del versamento, codice fiscale del soggetto beneficiario della detrazione e codice fiscale o numero di partita Iva del beneficiario del pagamento. Per il bonus facciate 2020 bisogna riportare in dichiarazione dei redditi i dati catastali identificativi dell'immobile.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sui diritti per i lavoratori per rimanere aggiornato su tutte le novità:
Ultime Notizie