730 2019 precompilata, evitare errori su spese figli a carico e case. Trappole su cui stare attenti

Dati inseriti direttamente nella dichiarazione dei redditi precompilata 730 e a cosa prestare attenzione: consigli e come accedere alla dichiarazione precompilata

730 2019 precompilata, evitare errori su

730 2019 precompilata evitare errori spese figli

E’ disponibile sul sito dell’Agenzia delle Entrate da lunedì 15 aprile il modello 730 precompilato che lavoratori dipendenti e pensionati possono solo visualizzare e scaricare. Per effettuare eventuali modifiche e integrazioni o correzioni bisogna, infatti, attendere il prossimo 2 maggio, data dalla quale si potrà mettere mano ai dati direttamente inseriti nella dichiarazione dei redditi dall’Agenzia delle Entrate. Il consiglio, in sede di dichiarazione dei redditi, è quello di evitare errori.

Stando alle ultime notizie, vi sarebbero possibili errori soprattutto in relazione alle spese per i figli a carico ed è quindi bene fare attenzione ad evitare alcune trappole. Vediamo di cosa si tratta.

Modello 730 2019 precompilato: attenzione ad alcune spese

Per evitare alcuni errore in dichiarazione dei redditi, considerando che il modello 730 2019 pur non essendo modificabile è almeno possibile da visualizzare, il consiglio è quello di controllare che ogni dato inserito sia corretto e controllare i dati inseriti relativi ad immobili di proprietà e spese per figli a carico.

Per quanto riguarda le spese per figlie e familiari a carico, è bene prestare attenzione all’effettiva attribuzione delle spese sostenute per loro, dalle spese mediche effettuate dal genitore, al codice fiscale del minore, per cui bisogna controllare se gli importi sono stati già inseriti nel modello precompilato, in base alla percentuale in cui il figlio è a carico, 100% se integralmente o 50% se condiviso con l’altro coniuge, o se la stessa spesa è stata inserita nel prospetto informativo, cioè il foglio che accompagna il modello di dichiarazione dei redditi precompilata ma che, in realtà, deve essere inserita nel 730.

730 2019 precompilato: cosa contiene e come accedervi

Il modello 730 precompilato contiene:

  1. i dati della Certificazione Unica;    
  2. i compensi di lavoro autonomo occasionale certificati e indicati nella Certificazione unica sezione Lavoro autonomo, provvigioni e redditi diversi;
  3. i dati relativi alle locazioni brevi, gli interessi passivi sui mutui;
  4. i dati relativi ai premi assicurativi e ai contributi previdenziali;    
  5. le spese sanitarie e i relativi rimborsi comunicati da medici, farmacie, strutture sanitarie accreditate e o autorizzate;    
  6. le spese veterinarie e i relativi rimborsi;    
  7. le spese universitarie e i relativi rimborsi; per la frequenza di asilo nido e relativi rimborsi che vengono comunicate dagli asili nido pubblici e privati e dagli atri soggetti che ricevono le rette e/o che erogano i relativi rimborsi;
  8. i dati sulle erogazioni liberali agli enti del terzo settore;
  9. i bonifici di spese per interventi di recupero del patrimonio edilizio, per arredo degli immobili ristrutturati e per la riqualificazione energetica degli edifici, comunicati dalle banche e da Poste italiane.

Si può accedere alla dichiarazione dei redditi precompilata tramite:

  1. Spid, Sistema Pubblico dell’Identità Digitale, per accedere ai servizi della Pubblica Amministrazione;
  2. Inps tramite il proprio pin;
  3. Fisconline, inserendo pin e password direttamente dall’Agenzia delle Entrate;
  4. NoiPa se si è dipendenti di una Pubblica Amministrazione aderenti al sistema NoiPA.