Scadenze dichiarazione dei redditi 2018: novità 730, 770 e CU

Capitolo 730, le scadenze di riferimento sono il 7 luglio per i contribuenti che lo presentano tramite il proprio sostituto d'imposta, il 23 luglio con la precompilata.

Scadenze dichiarazione dei redditi 2018:

730, 770 e CU: facciamo chiarezza


Ecco tutte le novità per la dichiarazione dei redditi 2018 con anche le scadenze imminenti per 730, 770 e Certificazione Unica.

Inizia il periodo più caldo dal punto di vista fiscale per via delle scadenze della dichiarazione dei redditi 730, oltre al 770 e la Certificazione Unica. Per quanto riguarda quest'ultima, occorre fare riferimento alla scadenza del 7 marzo come ultimo giorno per la trasmissione all'Agenzia delle entrate, ma fino al 12 marzo si potranno correggere eventuali errori. La percentuale del carico fiscale e il limite reddituale per essere considerati fiscalmente a carico devono essere verificati e vanno compilati i dati mancanti. Se i dati ricevuti dal sostituto sono incoerenti, in generale l'Agenzia delle entrate non utilizza l'informazione nella precompilata.

Attenzione alle scadenze

Capitolo 730, le scadenze di riferimento sono il 7 luglio per i contribuenti che lo presentano tramite il proprio sostituto d'imposta, il 23 luglio per quelli che, via precompilata, provvedono di persona all'invio telematico del modello 730 e per coloro che si avvalgono di un Caf o di un professionista abilitato. L'ultimo giorno utile per il 770 è il 31 ottobre per comunicare i dati relativi alle ritenute operate su dividendi, i redditi di capitale od operazioni di natura finanziaria, i dati relativi alle somme liquidate a seguito di procedure di pignoramento presso terzi, i versamenti effettuati, i dati delle compensazioni operate, i proventi da partecipazione, i crediti d'imposta utilizzati.

730, 770 e CU: facciamo chiarezza

I lavoratori dipendenti e i pensionati possono presentare la dichiarazione con il modello 730 con le facilitazioni che porta con sé: non occorre eseguire calcoli e pertanto la compilazione è più semplice; è possibile ottenere il rimborso dell'imposta direttamente nella busta paga o nella rata di pensione, a partire dal mese di luglio (per i pensionati a partire dal mese di agosto o di settembre); se bisogna versare somme, vengono trattenute dalla retribuzione (a partire dal mese di luglio) o dalla pensione (a partire dal mese di agosto o settembre) direttamente nella busta paga.

Sono invece tenuti a presentare il modello 770 2018 semplificato le società di capitali residenti nel territorio dello Stato; gli enti commerciali equiparati alle società di capitali residenti nel territorio dello Stato; gli enti non commerciali; le associazioni non riconosciute, i consorzi, le aziende speciali; le società e gli enti di ogni tipo, con o senza personalità giuridica, non residenti nel territorio dello Stato; i trust; i condomini; le società di persone residenti nel territorio dello Stato; le società di armamento residenti nel territorio dello Stato; le società di fatto o irregolari residenti nel territorio dello Stato.

Le categorie di contribuenti coinvolte nella Certificazione Unica 2017 sono imprenditori artigiani e commercianti, agenti e rappresentanti di commercio; lavoratori autonomi, professionisti titolari di partita Iva iscritti o non iscritti in albi professionali; società di persone, società semplici, Snc, Sas, Studi associati; società di capitali ed enti commerciali, Spa, Srl, Società Cooperative, Sapa, Enti pubblici e privati diversi dalle società; istituti di credito, Sim, altri intermediari finanziari, società fiduciarie; enti che non svolgono attività commerciali; organi e amministrazioni dello Stato.