730 precompilato 2017: inserimento dati, correzioni e invio da oggi. Lista spese, detrazioni da scaricare e inserire

Se il 730 precompilato viene presentato senza effettuare modifiche direttamente tramite il sito web dell'Agenzia delle entrate non sono effettuati controlli.

730 precompilato 2017: inserimento dati,

Le novità del 730 2017


AGGIORNAMENTO: Al Via da ieri la dichiarazione 730 2017 precompilata che permette non solo di visionare il proprio documento e dichiarazione di redditi, ma anche di correggerlo e inserire dei dati mancanti. Abbiamo spiegato tutto sotto.

 

La dichiarazione 730 precompilata 2017 entra nel vivo. Da oggi è infatti possibile procedere con modifiche, correzioni e integrazioni ai dati già inviati, incluse detrazioni e spese. Da oggi è quindi possibile integrare la dichiarazione oppure inviarla direttamente al Fisco. Chi chiede l'aiuto di un Caf ha tempo fino al 7 luglio mentre coloro che scelgono il fai-da-te potranno inviare o accettare la dichiarazione fino al 24 luglio. Con la dichiarazione tradizionale c'è invece tempo fino al 2 ottobre ma i versamenti vanno fatti a giugno e a luglio.

730 precompilata 2017: detrazioni e spese da inserire e scaricare

Il nuovo 730 precompilato porta con sé una ricca dote di informazioni: 800 milioni di dati, tra cui le novità le spese per il veterinario e una più completa indicazione di quelle mediche, che ne rafforzano il contenuto con l'obiettivo di aiutare il contribuente ad accettare e a non introdurre modifiche. In cambio niente controlli e niente sanzioni. Entrando nel dettaglio, la situazione per questo 2017 è la seguente:

  1. Animali: tutte le spese per le cure veterinarie di cani, gatti
  2. Assicurazioni: vita, infortuni, rischio invalidità
  3. Casa: ristrutturazione, interessi passivi sul mutuo, notaio e agenzia
  4. Spese funebri
  5. Spese sanitarie, come farmaci e visite specialistiche
  6. Spese scolastiche: dalla retta dell’asilo all’affitto del figlio all’università
  7. Spese sportive: l’attività dei figli tra i 5 e i 18 anni è detraibile
  8. Videocamere e dispositivi di controllo domestico

Attenzione alle scadenze e ai tempi del 730 2017

Anche se è semplificata, la dichiarazione precompilata non è esente da insidie e problemi. Il primo consiglio è non ridursi all'ultimo momento: per chi non ce l'ha la richiesta del Pin richiede tempo, talvolta qualche settimana. È poi sempre utile fare un check sui dati inseriti. L'Agenzia delle entrate non sempre considera tutti i dati arrivati, magari perché contraddittori. Ma in questo caso lo scrive nel foglio informativo allegato alla dichiarazione, da leggere attentamente. Sono tanti i codici per accedere. Il primo è il Pin di Fiscoonline che si può richiedere dal sito dell’Agenzia oppure recandosi presso gli uffici. Il secondo è il Pin Inps e il terzo è il codice unico nazionale Spid.

Se il 730 precompilato viene presentato senza effettuare modifiche direttamente tramite il sito web dell'Agenzia oppure al sostituto d'imposta non sono effettuati i controlli sugli oneri detraibili e deducibili comunicati all'Agenzia delle entrate. I controlli rimangono sui dati comunicati dai sostituti d’imposta mediante la Certificazione Unica. La dichiarazione precompilata si considera accettata anche se il contribuente effettua delle modifiche che non incidono sul calcolo del reddito complessivo o dell’imposta. Se il 730 precompilato viene presentato, con o senza modifiche, al Caf o al professionista abilitato, i controlli sono effettuati nei confronti del Caf o del professionista anche sugli oneri detraibili e deducibili comunicati all’Agenzia delle entrate.