730 precompilato: spese sanitarie

Quali sono le spese mediche riportate nel modello 730 precompilato, le novità 2019, detrazioni e possibilità di opposizione

730 precompilato: spese sanitarie

730 precompilato spese sanitarie lista regole

Per la compilazione del modello 730 precompilato il Sistema Tessera Sanitaria mette a disposizione dell’Agenzia delle Entrate dal 9 marzo i dati relativi a spese sanitarie sostenute nel periodo d’imposta precedente e rimborsi effettuati nell’anno precedente per prestazioni non erogate o parzialmente erogate, riportando la data nella quale sono stati versati i corrispettivi delle prestazioni non fruite.

Modello 730 precompilato: dati delle spese sanitarie

Con riferimento alle spese sanitarie, i dati messi a disposizione dal Sistema Tessera Sanitaria sono, in particolare, ricevute di pagamento, fatture e scontrini fiscali di spese sanitarie sostenute dal contribuente e dal familiare a carico nell’anno d’imposta e i rimborsi erogati.
Per ogni spesa o rimborso vengono indicati:

  1. codice fiscale del contribuente o del familiare a carico cui si riferisce;
  2. codice fiscale o partita IVA e cognome e nome o denominazione del soggetto di cui all’articolo 3, comma 3, del decreto legislativo n. 175 del 2014;
  3. data del documento fiscale che attesta la spesa;
  4. tipologia della spesa;
  5. importo della spesa o del rimborso;
  6. data del rimborso.

Le spese sanitarie di cui sono riportati i dati sono quelle relative a:

  1. acquisto di farmaci, anche omeopatici o farmaci per uso veterinario;
  2. ticket per acquisto di farmaci e per prestazioni fruite nell’ambito del Servizio Sanitario Nazionale;
  3. visita medica generica e specialistica o prestazioni diagnostiche e strumentali;
  4. certificazione medica;
  5. acquisto o affitto di dispositivi medici con marcatura CE;
  6. cure termali;
  7. servizi sanitari erogati dalle farmacie e parafarmacie, come ecocardiogramma, misurazione della pressione sanguigna, test per glicemia, colesterolo e trigliceridi;
  8. prestazioni sanitarie (escluse quelle di chirurgia estetica e di medicina estetica):
  9. assistenza specialistica ambulatoriale;
  10. ricoveri ospedalieri per interventi chirurgici o a degenza;
  11. prestazioni sanitarie erogate dalle strutture sanitarie militari;
  12. protesi e assistenza integrativa;
  13. prestazioni di chirurgia estetica e di medicina estetica;
  14. altre spese sanitarie.

Tutti i dati sono consultabili scaricando direttamente dal sito dell’Agenzia delle Entrate il proprio modello 730 precompilato 2019 e nel caso in cui servissero modifiche, integrazioni o correzioni è possibile apportarle dal 2 maggio.

Se il contribuente effettua eventuali modifiche al 730 compilato dalle Entrate, i dati vengono aggiornati, considerando che sistema Tessera Sanitaria e quello dell’Agenzia delle Entrate comunicano tra loro, e il Sistema Tessera Sanitaria crea una copia con i dati aggiornati delle spese e dei rimborsi e fornisce alle Entrate, per ogni contribuente, nuovi totali delle spese e dei rimborsi.

Modello 730 2019 precompilato: spese mediche e farmaci

Sono diverse le spese mediche e per farmaci che si possono portare in detrazione con il modello 730 2019 precompilato con una percentuale del 19% e per la detrazione delle spese mediche e di farmaci è prevista una franchigia di 129,11 euro, sotto la quale non è possibile scaricare nessuna spesa. Ciò significa che le spese sanitarie detraibili che non raggiungono tale somma non possono essere scaricate.
La lista delle spese che si possono detrarre, in particolare, comprende:

  1. spese sanitarie e per i farmaci;
  2. spese per analisi, indagini radioscopiche, ricerche e applicazioni, terapie
  3. spese per visite e cure omeopatiche;
  4. spese per fisioterapia;
  5. spese veterinarie;
  6. spese per l’acquisto di mezzi di locomozione dei portatori di handicap;
  7. spese per i cani guida;
  8. spese per visite eseguite da biologi nutrizionisti;    
  9. spese per le sedute di chiropratica, ma solo se sono state prescritte da un medico specialista;    
  10. spese sostenute per sedute di ginnastica posturale e ginnastica correttiva ma solo se prescritte da un medico;
  11. spese per dispositivi medici e protesi, occhiali da vista, comprese le lenti a contatto, apparecchi per sordi, comprese le batterie, per busti, bastoni, stampelle, protesi cardiache, pacemakers, ecc.


Spese mediche 730 precompilato: possibilità di opporsi

Per la compilazione del modello 730 da parte delle Entrate, le stesse Entrate, Sistema Tessera Sanitaria e operatori sanitari comunicano tra loro ma, stando alle ultime notizie, è possibile opporsi a tale sistema di comunicazione che rende disponibili alle Entrate i propri dati sulle spese sanitari. In particolare, i contribuenti possono dimostrarsi contrari o nel caso di scontrino parlante, non comunicando al soggetto che emette lo scontrino il codice fiscale riportato sulla tessera sanitaria; o negli altri casi chiedendo verbalmente al medico o alla struttura sanitaria l’annotazione dell’opposizione sul documento fiscale.

Questa seconda possibilità vale anche per le strutture sanitarie militari ma solo a partire dal 5 luglio 2019. E’ bene precisare che l’opposizione all’uso dei dati sulle spese sanitarie non preclude ai contribuenti la possibilità di inserire, in fase di integrazione e modifica del 730 precompilato, i dati non elaborati dalle Entrate.

Ti è piaciuto questo articolo? star

Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il