Cu 2019 modello certificazione unica Agenzia Entrata. Come fare richiesta, istruzioni

di Marcello Tansini pubblicato il

Nuova Certificazione Unica 2019: a cosa serve, come richiederla e novità da Agenzia delle Entrate. Date di scadenza di quest’anno

Cu 2019 modello certificazione unica Age

Cu 2019 Agenzia Entrata richiesta istruzioni

E' stato pubblicato sul sito dell'Agenzia delle Entrate pubblicato il modello definitivo per la CU 2019, certificazione unica che ha sostituito il vecchio Cud e che dovrà essere inviata dai sostituti d’imposta entro il 7 marzo e per cui sono previste novità per la compilazione spiegate dall’Agenzia delle Entrate.

Certificazione Unica 2019: istruzione da Agenzia Entrate

L’Agenzia delle Entrate conferma innanzitutto la doppia scadenza per l’invio telematico della CU 2019 fissata per il 7 marzo e rinviata al 31 ottobre (con il modello 770) per quelli esenti o non dichiarabili con il modello 730 precompilato; e al 31 marzo per la consegna al percipiente, vale a dire al lavoratore o al pensionato da parte degli Enti previdenziali (Inps e Casse). I sostituti d’imposta entro il 31 marzo 2019 devono, poi, consegnare la certificazione unica al lavoratore in formato cartaceo o in formato digitale (tramite mail), a condizione che il contribuente abbia la possibilità effettiva di ricevere il file in un formato che ne consenta la lettura e la stampa cartacea.

Sul sito delle Entrate vi sono le diverse istruzioni tecniche da seguire per l’invio della CU 2019 e le stesse Entrate hanno chiarito che datori di lavoro ed enti pensionistici dovranno trasmettere: frontespizio, con le informazioni relative al tipo di comunicazione, ai dati del sostituto, ai dati relativi al rappresentante firmatario della comunicazione, alla firma della comunicazione e all’impegno alla presentazione telematica; Quadro CT, che riporta le informazioni riguardanti la ricezione in via telematica dei dati relativi ai mod. 730-4 resi disponibili dalle stesse Entrate. L’Agenzia delle Entrate ha, inoltre, confermato che il contribuente che nell’anno ha percepito solo i redditi riportati nella CU o è titolare di uno o più trattamenti pensionistici per cui è previsto il casellario delle pensioni, è esonerato dalla dichiarazione dei redditi a condizione che il datore di lavoro abbia eseguito correttamente il conguaglio delle imposte.

Certificazione Unica 2019: regole e come farne richiesta

La Certificazione Unica 2019 viene compilata dal datore di lavoro (sostituto d’imposta) ai propri lavoratori dipendenti (sostituiti) per la certificazione del reddito corrisposto durante l’anno fiscale precedente e fondamentale per la compilazione successiva del modello 730 precompilato online che l’Agenzia delle Entrate rende disponibile ogni anno ormai dal 15 aprile. Tutti i dati inseriti dal datore di lavoro nella Certificazione Unica saranno direttamente trasmessi all’Agenzia delle Entrate che provvede poi a compilare il modello 730 precompilato che sarà poi disponibile sul suo stesso sito.

La Certificazione Unica che attesta redditi di lavoro dipendente e assimilati, redditi di lavoro autonomo, redditi diversi, provvigioni, corrispettivi derivanti dai contratti di locazioni brevi, può essere richiesta o direttamente online sul sito Inps, che permette di scaricarla tramite il servizio Cu 2019 inserendo il proprio Pin; o può essere richiesta sempre all’Inps e ricevuta direttamente a casa dietro pagamento; o, ancora, la CU 2019 può essere scaricata online accedendo tramite il Fascicolo Previdenziale per il cittadino, seguendo il percorso sul sito Inps 'Servizi per il cittadino-Fascicolo Previdenziale per il cittadino- Modelli- Cu'.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sui diritti per i lavoratori per rimanere aggiornato su tutte le novità: