Entro quanto tempo bonus 600 per lavoratori della spettacolo. Quando arrivano e date

di Chiara Compagnucci pubblicato il
Entro quanto tempo bonus 600 per lavorat

Coronavirus, quando arriva bonus 600 euro

Nel rispetto dei requisti previsti, i lavoratori della spettacolo ricevono direttamente sul proprio conte corrente una indennitÓ di 600 euro per il mese di marzo 2020.

Nel lungo elenco dei beneficiari del bonus di 600 euro erogato dall'Inps per via dell'emergenza coronavirus che ha paralizzato l'attività lavorativa ci sono anche i lavoratori dello spettacolo.

Si tratta ad esempio di tecnici del montaggio, del suono, dello sviluppo e stampa; concertisti e professori d'orchestra, orchestrali e bandisti; disc-jockey e animatori in strutture ricettive connesse all'attività turistica; tersicorei, coristi, ballerini, figuranti, indossatori e tecnici addetti alle manifestazioni di moda.

Tutti loro, nel rispetto dei requisti previsti, ricevono direttamente sul proprio conte corrente una indennità di 600 euro per il mese di marzo (ed ne è attesa una seconda da 800 euro per quello di aprile) così come organizzatori generali, direttori, ispettori, segretari di produzione cinematografica, cassieri, segretari di edizione, attori di prosa, operetta, rivista, varietà ed attrazioni, cantanti di musica leggera, presentatori, operatori di ripresa cinematografica e televisiva, aiuto operatori e maestranze cinematografiche, teatrali e radio televisive.

Ma vediamo adesso

  • Coronavirus, quando arriva bonus 600 euro ai lavoratori dello spettacolo
  • Lavoratori della spettacolo, date per ricevere il bonus 600 euro

 

Coronavirus, quando arriva bonus 600 euro ai lavoratori dello spettacolo

Nel decreto con cui il governo ha dato il via libera al bonus di 600 euro una tantum ai lavoratori dello spettacolo per dare un sollievo economico a chi si trova in difficoltà per via della sospensione dell'attività lavorativa non c'è un riferimento ai tempi di erogazione dell'indennità.

E né li ha previsto l'Inps che, anzi, ha attraverso giorni di difficoltà per via della concentrazione di domande a pochi giorni dall'apertura delle form delle richieste.

Il sito è andato in tilt con la conseguenza del blocco temporaneo dell'accettazione delle domande e la successiva organizzazione a turni.

Tuttavia la situazione è adesso diventata più chiara con tanto di notizie certe. In buona sostanza l'Istituto nazionale della previdenza sociale ha già disposto i primi bonifici.

Il criterio seguito non è quello della divisione per categorie di lavoratori, ricordando che, oltre ai lavoratori dello spettacolo, hanno presentato domanda per il bonus 600 euro anche liberi professionisti e collaboratori coordinati e continuativi, lavoratori autonomi iscritti alle gestioni speciali dell'Assicurazione generale obbligatoria, lavoratori stagionali dei settori del turismo e degli stabilimenti termali, lavoratori agricoli.

I bonifici sono disposti per ordine cronologico e di conseguenza a ricevere i primi accrediti sono coloro che hanno avanzato richiesta nei primissimi giorni di aprile.

Lavoratori della spettacolo, date per ricevere il bonus 600 euro

Nessun dubbio sull'inclusione dei lavoratori della spettacolo tra i destinatari del bonus di 600 euro.

Ma solo a quattro condizioni: l'iscrizione al Fondo pensioni dello spettacolo, il versamento di almeno 30 contributi giornalieri versati nel 2019, un reddito annuo inferiore a 50.000 euro, il mancato percepimento di una pensione o l'assenza di un rapporto di lavoro dipendente al 17 marzo 2020.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sui diritti per i lavoratori per rimanere aggiornato su tutte le novità: