Evasione IVA di 213 miliardi all'Italia: oltre il danno la beffa

Non pagare l’Iva facendo comunque circolare le merci senza e allo stesso tempo chiedendo i rimborsi ai rispettivi Paesi: la grande truffa Iva

Evasione IVA di 213 miliardi all'Ita

Evasione IVA miliardi Italia danno beffa


Oltre 1200 miliardi di euro che avrebbero dovuto finire nelle casse dei paesi europei per versamento Iva ma mai riscossi. Una perdita clamorosa, un valore esagerato di soldi mancanti che tecnicamente si chiama Vat Gap, dove Vat sta per Value added tax. Iva, Imposta sul valore aggiunto, e il gap è la differenza tra l’Iva che dovrebbe essere versata e l’Iva realmente versata. E' alto il mancanto pagamento Iva nei Paesi Ue, Italia compresa.

Evasione Iva Italia: a quanto ammonta

A causa del mancato versamento Iva, come riportano le ultime notizie, in sette anni l'Italia ha perso 213 miliardi. Più in dettaglio, sono ben 213,8 i miliardi di euro di Iva che tra il 2009 e il 2016 non sono stati incassata dall'Italia. Inoltre, solo nel solo 2016 si sono persi 34 miliardi di euro in Italia che arrivano ad oltre 140 miliardi per l’intera Unione. Si tratta di una possibilità, truffaldina, possibile a causa di un meccanismo di giri di fatture fittizie, con le quali le aziende riescono non solo a non versare l'Iva nei Paesi Ue ma anche ad ottenere detrazioni fiscali.

Grazie a questo meccanismo, i truffatori riescono ad evitare il pagamento dell'Iva negli acquisti tra paesi dell'Ue, con operazioni fittizie per non versare l'Iva e detrarre crediti fiscali inesistenti. Acquisti e vendite tra società di Paesi Ue non prevedono l’Iva che viene pagata solo tra società dello stesso paese e nello Stato dove il bene viene effettivamente consumato, un sistema decisamente semplice per far circolare delle merci senza versare l'Iva ai rispettivi Paesi. Ma non solo, perché nello stesso tempo, vengono comunque richiesti i rimborsi Iva.

Questa truffa fiscale relativa al mancato versamento dell’Iva è stata ‘smascherata’ dalla redazione tedesca Correctiv, che con il progetto transfrontaliero Grand Theft Europe, nome ispirato al celebre videogame che ha come protagonista un abile criminale, ha coordinato un’inchiesta internazionale sulle frodi Iva realizzata da 35 media dei 28 paesi dell’Unione europea, con in più Norvegia e Svizzera, e cui per l’Italia ha partecipato Il Sole 24 Ore.

Evasione Iva: la beffa oltre il danno

La questione del mancato versamento dell’Iva per centinaia di miliardi di euro definisce anche una situazione decisamente paradossale perché oltre al danno, derivato dal mancato versamento Iva che sottrae risorse economiche e contribuisce ad aumentare le tasse, c’è anche la beffa. Pur facendo infatti circolare merci senza versare l'Iva nei rispettivi Paesi, vengono richiesti i rimborsi iva.

Ti è piaciuto questo articolo?





Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il