Fattura elettronica novitÓ oggi lunedý commercialisti e imprese tanti problemi senza proroga 21 Gennaio 2019

di Luigi Mannini pubblicato il
Fattura elettronica novitÓ oggi lunedý c

Fattura elettronica problemi 21 Gennaio commercialisti imprese

Commercialisti e piccoli imprenditori continuano a sottolineare i problemi di emissione di fatture elettroniche: quali sono, situazione e prospettive

Avvio dell’obbligo di fatturazione per tutti dal primo gennaio 2019 e tanti i problemi già lamentati: stando a quanto riportano le ultime notizie ad oggi lunedì 21 gennaio, in realtà, le recenti denunce da parte di commercialisti e piccoli imprenditori sulle difficoltà di invio delle fatture elettroniche ma anche sui costi sono problemi che ci si aspettava di avere, eppure nulla è stato fatto per definire una proroga dell’avvio della fattura elettronica per tutti. Al contrario, l’Agenzia delle Entrate ha più volte sottolineato come non vi sia alcun problema nel sistema di emissione delle fatture elettroniche. La situazione reale, però, è decisamente diversa.

Fattura elettronica e problemi da commercialisti e imprese: la situazione

Commercialisti e piccoli imprenditori in questi ultimissimi giorni sono tornati a farsi sentire, lamentando l’aumento di tempi e obblighi relativi all’invio delle fatture elettroniche. Secondo le ultime e ultimissime notizie, l'Agenzia delle Entrate dall’inizio dell’anno ha ricevuto 45 milioni di fatture, cinque milioni in media al giorno ma molti commercialisti e piccoli imprenditori continuano a parlare di disservizi e problemi perché spesso accade che al momento dell’invio della fattura elettronica ben compilata questa non venga effettivamente inviata ma il punto è che nessuno sa effettivamente il perché. E’ come se ci fosse un blocco immotivato del sistema e la portata dei problemi che secondo commercialisti e piccoli imprenditori andrebbero assolutamente risolti, o andavano risolti ben prima che l’obbligo di fatturazione elettronica diventasse obbligatorio per tutti, è bene emersa al corso di aggiornamento dell'Ordine dei commercialisti, tenutosi a Roma.

Gli esperti dell'Agenzia delle Entrate hanno dovuto rispondere, o quanto cercato, ad un centinaio di domande, il che rende decisamente bene l’idea di confusione, problemi e poca chiarezza che il sistema di emissione di fatture elettroniche sta creando. Secondo alcuni commercialisti, se con l’introduzione del sistema di fatturazione elettronica, lo Stato pensava di recuperare circa due miliardi di euro di evasione fiscale, l prospettiva sembrerebbe errata perché probabilmente ne perderà quattro, perché la procedura di invio a volte risulta talmente complicata da disincentivare all'emissione delle fatture da parte dei piccoli imprenditori.

I problemi, in particolare, che risulterebbero dall’invio dei fatture elettroniche sarebbero: errore e impossibilità di invio stesso della fattura; procedura piuttosto complicata da seguire per ogni fattura che deve essere scaricata da un sito che non sempre funziona, per cui bisogna ricalcolare l'Iva che non sempre è detraibile e non sempre nella stessa misura; malfunzionamento di alcuni software per l’emissione di fatture elettroniche; costi , e non solo di acquisto di eventuali software perché alcuni imprenditori, a causa di tempo e ‘fatica’ spesa per l’invio delle stesse fatture elettroniche, hanno iniziato a far pagare ai clienti per l’invio di fatture elettroniche e tali costi oscillano dai 50 centesimi fino anche ai due, tre euro.

Fatture elettroniche: intoppo febbraio e ulteriori problemi

I problemi dell’obbligo per tutti di emissione di fatture elettroniche non finiscono per qui: non solo difficoltà di invio delle fatture stesse, malfunzionamento dei software, lentezza e costi ma anche problemi di violazione dei dati personali dei cittadini. Come sottolineato già tempo fa dal Garante della Privacy, l’Agenzia delle Entrate avrebbe dovuto rivedere impostazione e procedura di emissione delle fatture elettroniche che, come spiegato dal Garante, non riportano solo dati importanti ai fini fiscali ma anche dati personali dei cittadini che potrebbero essere letti da chiunque e questo rappresenta una violazione dei dati personali.

Inoltre, commercialisti e piccoli imprenditori, al di là dei problemi finora lamentati, guardano con ansia al prossimo mese di febbraio quando i problemi sui sistemi e i diversi software di invio delle fatture elettroniche si preparano ad aumentare notevolmente, considerando che sarà il momento dell’estensione dell’obbligo della fatturazione elettronica a tutti i ristoratori e albergatori ma anche il periodo della prima scadenza per la liquidazione Iva per i contribuenti mensili, in programma il prossimo 16 febbraio.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sui diritti per i lavoratori per rimanere aggiornato su tutte le novità: