In quale data pagamento bonus 600 euro braccianti agricoli dopo Decreto Rilancio ufficiale

di Chiara Compagnucci pubblicato il
In quale data pagamento bonus 600 euro b

Bonus 600 euro braccianti agricoli

Possiamo stimare la data del pagamento del bonus 600 euro sulla base di quanto Ŕ successo con la prima indennitÓ e della procedura semplificata che Ŕ stata ipotizzata.

C'è una parola che tutti i potenziali destinatari del bonus di 600 euro stanno imparando a conoscere ed è pazienza. Vale anche per i braccianti agricoli, tra le categorie individuate dal governo destinatarie dell'indennità.

Al di là del ritardo con cui è stato definito il maxi provvedimento che contiene anche l'agevolazione economica per i braccianti agricoli, siamo ancora in una fase di stallo. Il decreto Rilancio non è ancora stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale, passaggio obbligatorio prima della conversione in legge dello Stato.

E senza la pubblicazione l'Inps, chiamato a gestire anche questa volta le domande e a provvedere all'accredito, rimane inoperativo ovvero non comunica le linee guida e la procedura da seguire per la richiesta del bonus 600 euro e le successive tempistiche per il pagamento.

Da qui la centralità del concetto di pazienza che vale in realtà per tutti i beneficiari di una indennità statale. In ogni caso possiamo stimare la data del pagamento del bonus 600 euro ai braccianti agricoli dopo il decreto Rilancio ufficiale sulla base di quanto è successo con la prima indennità e della procedura semplificata che è stata ipotizzata. Vediamo quindi

  • Bonus 600 euro braccianti agricoli, quando il pagamento
  • Decreto Rilancio e bonus 600 euro braccianti agricoli

Bonus 600 euro braccianti agricoli, quando il pagamento

Quando arriveranno i pagamenti per i braccianti agricoli? Quando sarà erogato il bonus di 600 euro? A dispetto di quanto si possa immaginare, le tempistiche potrebbero essere brevi. L'indennità continua a essere erogata dall'Inps, ma soprattutto è prevista l'automatica validità delle domande per la prossima mensilità.

In pratica, dopo la pubblicazione del decreto sulla Gazzetta Ufficiale, la parte burocratica dovrebbe essere ridotta al minimo se non azzerata.

Il solo compito richiesto al bracciante agricolo che ha già presentato domanda di ricezione del primo bonus di 600 euro potrebbe essere quello di confermare la volontà anche per questa seconda indennità. Senza inserire tutti i dati personali, compreso il numero di Iban.

Ecco quindi che già dalla prossima settimana, se non dalla fine di questa, l'Istituto nazionale della previdenza sociale potrebbe predisporre i primi accrediti.

Il tutto ricordando che sono stati introdotti 15 giorni supplementari a tutti, compresi i braccianti agricoli, per fare domanda retroattiva del bonus marzo, del valore identico di 600 euro.

Decreto Rilancio e bonus 600 euro braccianti agricoli

Con il decreto Rilancio, l'esecutivo ha rinnovato senza cambiamenti il bonus di 600 euro per i braccianti agricoli, ribadendo allo stesso tempo i requisti richieste e le incompatibilità.

Ecco quindo che l'indennità viene riconosciuta esclusivamente a coloro che hanno sottoscritto un contratto a tempo determinato e alle altre categorie di lavoratori iscritti negli elenchi annuali, ma solo se hanno lavorato per almeno 50 giorni nel 2019 nelle vesti di dipendente e dunque con il regolare versamento dei contributi previdenziali.

Allo stesso tempo, il governo ha ribadito l'incompatibilità del bonus di 600 euro con gli assegno di pensione.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sui diritti per i lavoratori per rimanere aggiornato su tutte le novità:
Ultime Notizie