Irap 2020 cancellazione a quali aziende spetta e se è per sempre o temporanea in Decreto Maggio Coronavirus ufficiale

di Chiara Compagnucci pubblicato il
Irap 2020 cancellazione a quali aziende

Irap 2020 cancellazione per aziende

Stop al pagamento del saldo e dell'acconto dell'Irap il 16 giugno per tutte le imprese con ricavi fino a 250 milioni di euro. Coinvolte anche le imprese più piccole.

Al via le grandi manovre per la cancellazione dell'Irap. Si tratta di una delle novità che dovrebbe trovare spazio nel decreto di maggio e che non era stata precedentemente annunciata.

Una vera e propria novità destinata ad alleggerire il carico fiscale per le imprese, anche se non tutte potranno fruire di questa possibilità.

Intorno alla questione Irap si sta consumando una vera e propria battaglia perché non tutti nella maggioranza di governo sono d'accordo su tempi e modi di applicazione di questa misura.

Da una parte, i più filogovernativi, insistono nella creazione di confini ovvero l'introduzione di paletti e requisiti che limitino l'accesso a questo strumento.

Dall'altra parte c'è chi invece spinge per una applicazione che sia il più generalizzata possibile e senza condizione ovvero libera da lacci e laccioli e sia di conseguenza di immediata e semplice applicazione.

La partita si giocherà quindi fino all'ultimo secondo disponibile prima della formulazione della versione finale del decreto, anche se l'esecutivo fa sapere che non cambieranno i termini economici di quella che sarà una vera e propria mini manovra. Vediamo allora

  • Coronavirus, cancellazione Irap per quali imprese
  • Irap 2020 cancellazione per aziende è solo temporanea?

Coronavirus, cancellazione Irap per quali imprese

Stop al pagamento del saldo e dell'acconto dell'Irap il 16 giugno per tutte le imprese con ricavi fino a 250 milioni di euro. Si tratta del punto di partenza della nuova misura contenuta nel decreto legge Rilancio.

Il primo aspetto da rilevare è che, rispetto alla primissima versione, potranno accedere a questa agevolazione un numero ben più ampio di imprese, considerando che la prima stesura includeva solo le aziende con un fatturato tra 5 e 250 milioni di euro.

Ancora più precisamente, le imprese con un volume di ricavi fino a 250 milioni di euro non verseranno il saldo dell'Irap relativo allo scorso anno e né l'acconto del 40% dovuto per il 2020.

Rispetto agli intenti iniziali sono quindi comprese anche gli artigiani, le ditte individuali e le piccole imprese che erano state escluse dalla cancellazione del saldo e dell'acconto Irap.

Irap 2020 cancellazione per aziende è solo temporanea?

In ballo c'è una grande quantità di soldi poiché ammonta a 12,8 miliardi di euro l'Irap versata dalle imprese secondo i dati delle dichiarazioni dello scorso anno, frutto del versamento da parte di 1,8 milioni di imprese.

In questo caso, se la platea venisse confermata in maniera definitiva si arriverà al taglio dell'imposta di 3-4 miliardi di euro. Un altro punto interrogativo riguarda l'accesso alla riduzione dell'Irap condizionata al fatturato.

In particolare è da scoprire che continuerà a essere chiesto che i ricavi di aprile siano inferiori di un terzo rispetto allo stesso mese del 2019.

Allo stesso tempo c'è in ballo la possibilità di sospendere il versamento generalizzato dell'Imposta regionale sulle attività produttive nel caso il contribuente, piccolo o grande, dichiari una perdita di esercizio.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sui diritti per i lavoratori per rimanere aggiornato su tutte le novità:
Ultime Notizie