Assegni Familiari 2017, aiuti per famiglie numerose, povere e basso reddito, assegni sociali: calcolo Isee 2017 e simulazioni

Requisiti e regole per richiedere aiuti per le famiglie: come funzionano e per chi valgono assegni familiari, assegni sociali, Sia, bonus famiglie numerose

Assegni Familiari 2017, aiuti per famigl

assegno familiari sociali domanda inps isee


AGGIORNAMENTO: Anche per il 2017 il Governo ha stanziato fondi destinati a fornire aiuti e agevolazioni fiscali per le famiglie più povere e a basso reddito. Possono essere richiesti da coloro che vivono in condizioni disagiate a livello economico, presentando di norma una domanda direttamente all’Inps, e il relativo modello Isee 2017. 

Sono diversi gli aiuti e le agevolazioni fiscali previste per le famiglie più povere e a basso reddito e numerose in vigore quest'anno 2017. Possono essere tutti richiesti da coloro che vivono in condizioni di grande indigenza, presentando quasi in tutti i casi domanda direttamente all’Inps, e relativo modello Isee 2017. Tra gli aiuti alle famiglie in vigore quest'anno:

  1. assegni familiari;
  2. assegni sociali;
  3. sia 2017 nuova social card;
  4. bonus famiglie numerose.

Assegni familiari 2017: come funzionano, per chi valgono e importi

Gli assegni familiari sono sostegni al reddito per i meno abbienti, la cui richiesta deve essere inviata esclusivamente all’Inps in via telematica attraverso il sito online dello stesso Istituto o rivolgendosi a Caf e patronati. Possono richiedere gli assegni familiari:

  1. coltivatori diretti;
  2. coloni;
  3. mezzadri;
  4. titolari di pensioni a carico delle gestioni speciali dei lavoratori autonomi, come artigiani, o commercianti.

Limiti e importi degli assegni familiari 2017

Cambiano ogni anno limiti e importi previsti dell’assegno familiare: quest’anno i limiti di reddito mensili per quest’anno di 706,82 euro per il coniuge, per un genitore, per ciascun figlio od equiparato; e di 1236,94  per due genitori ed equiparati; per quanto riguarda gli importi previsti per gli assegni familiari quest’anno sono:

  1. 1,21 euro mensili per i piccoli coltivatori diretti per genitori ed equiparati;
  2. 8,18 euro mensili per coltivatori diretti, coloni, mezzadri per figli ed equiparati;
  3. 10,21 euro mensili per pensionati iscritti alle gestioni speciali per i lavoratori autonomi.

Assegni sociali: come funzionano e per chi valgono

Gli assegni sociali sono prestazioni economiche di sostegno al reddito erogati direttamente dall'Inps alle famiglie più povere, che abbiano redditi non superiori alle soglie previste annualmente dalla legge.

Requisiti per richiedere l'assegno sociale

Per avere l’assegno bisogna soddisfare i seguenti requisiti:

  1. 65 anni e 7 mesi di età;
  2. avere la cittadinanza italiana;
  3. essere in stato di bisogno economico;
  4. essere iscritti all’anagrafe del comune di residenza, per i cittadini stranieri comunitari;
  5. avere regolare permesso di soggiorno e residenza da lungo tempo in Italia, per i cittadini extracomunitari;
  6. avere residenza effettiva, stabile e continuativa per almeno 10 anni nel territorio nazionale.

Assegno sociale 2017: importi previsti e tempi

Il valore massimo dell’assegno sociale è pari a 448,07 euro per 13 mensilità e il limite di reddito è pari ad 5.824,91 euro annui e 11.649,82 euro, se coniugato. Il pagamento dell’assegno sociale parte dal primo giorno del mese successivo alla presentazione della domanda, nel caso vengano soddisfatti tutti i requisiti richiesti.

Sia 2017 nuova social card

Tra i nuovi aiuti alle famiglie anche la nuova Sia, social card 2017 per gli over 50, è un Sostegno per l’inclusione attiva, erogato sotto forma di Social card, e che avrà un valore minimo di 80 euro mensili che può arrivare fino ad un massimo di 400 euro in base alla composizione del nucleo familiare. I requisiti necessari per richiedere il nuovo Sia sono:

  1. essere cittadini italiani o comunitari, o extra comunitari con regolare permesse soggiorno;
  2. essere residenti in Italia da almeno due anni;
  3. non essere titolari di altri sussidi di disoccupazione;
  4. avere un Isee inferiore o apri al massimo a 3mila euro;
  5. avere nel proprio nucleo familiare un figlio minorenne, o figlio disabile, o donna in gravidanza;
  6. non possedere un veicolo immatricolato 12 mesi prima della presentazione della domanda, di autoveicoli con una cilindrata superiore ai 1.300 cc, o di motoveicoli con una cilindrata superiore ai 250 cc immatricolati da tre anni.

Per richiedere la carta Sia bisogna compilare e consegnare l’apposito modulo domanda al proprio Comune di residenza. Poi l’Inps, attraverso controlli incrociati con il Comune, procederà a controlli e alla verifica del punteggio attribuito in base alla propria situazione reddituale, economica e lavorativa. Le persone beneficiarie della nuova carta Sia possono utilizzare 40 euro al mese, 80 euro a bimestre, per fare la spesa, acuisti sanitari, per pagare le bollette di luce e gas. La Carta vale 40 euro al mese e viene caricata ogni due mesi di 80 euro.

Bonus famiglie numerose: come funziona e come richiederlo

Le famiglie a basso reddito e numerose possono richiedere il nuovo bonus famiglie numerose quarto figlio, sostegno economico che viene erogato sotto forma di buoni acquisto che l’Inps destina ai nuclei familiari con almeno quattro figli minori e con un Isee inferiore a 8.500 euro. Per la richiesta del bonus famiglie numerose, la domanda deve essere inviata direttamente all’Inps in via telematica e o in autonomia o rivolgendosi a caf o patronati.