DSU 2017 nuovo modello per Isee: cosa cambia, regole, calcolo compilazione Isee 2017

L'Isee 2017 è calcolato sulla base dei redditi, dei patrimoni e della composizione del nucleo familiare.

DSU 2017 nuovo modello per Isee: cosa ca

Isee e Dsu 2017: quali dati dichiarare


Sono arrivate le nuove indicazioni sulla compilazione della Dichiarazione sostitutiva unica tra Dsu Mini, Isee in situazioni specifiche, Modulo integrativo e Isee corrente. Tra le novità di cui tenere conto, le informazioni contenute nella Dsu sono in parte dichiarate dallo stesso contribuente come i dati sulla presenza di persone con disabilità e le informazioni anagrafiche, e in parte acquisite direttamente dall'Agenzia delle entrate o dall'Inps, come il reddito complessivo ai fini Irpef, i trattamenti pensionistici e quelli assistenziali.

Dsu 2017: cosa cambia e regole

La Dsu è il modello da compilare per fornire le informazioni utili al calcolo dell'Indicatore della situazione economica equivalente, quello che valuta la situazione economica delle famiglie e tiene conto del reddito di tutti i componenti. Nella maggior parte dei casi basta compilare la Dsu Mini contenente le principali informazioni sulla situazione anagrafica, reddituale e patrimoniale del nucleo. Ma non può essere impiegata nei seguenti casi:

  1. esonero dalla presentazione della dichiarazione dei redditi o sospensione degli adempimenti tributari;
  2. presenza nel nucleo di figli i cui genitori non siano coniugati tra loro né conviventi;
  3. presenza nel nucleo di persone con disabilità o non autosufficienti;
  4. richiesta di prestazioni per il diritto allo studio universitario.

Calcolo e compilazione Isee 2017

L'Isee 2017 è calcolato sulla base dei redditi, dei patrimoni e della composizione del nucleo familiare. Stando alle nuove regole, entro 4 giorni lavorativi dalla ricezione della Dsu i soggetti che l'hanno acquisita trasmettono in via telematica i dati contenuti al sistema informativo dell'Isee. Entro il quarto giorno lavorativo successivo a quello della completa e valida ricezione dei dati autodichiarati e dell'inoltro della relativa richiesta da parte dell'Inps avviene l'acquisizione dei dati dell'anagrafe tributaria da parte del sistema informativo Isee. Entro il secondo giorno lavorativo successivo a quello dell'acquisizione dei dati dell’anagrafe tributaria l'Inps determina l'Isee e lo rende disponibile in base ai dati autodichiarati, a quelli acquisiti dall'Agenzia delle entrate e quelli presenti nei propri archivi.

Di conseguenza entro 10 giorni lavorativi viene calcolato e reso disponibile l'Isee. Nel caso in cui trascorrano 15 giorni lavorativi dalla data di presentazione della Dsu senza che il dichiarante abbia ancora ricevuto l'attestazione, è possibile compilare il Modulo integrativo per autodichiarare i dati per il calcolo dell'Isee e ottenere un'attestazione provvisoria, valida fino al momento del rilascio dell'attestazione precedentemente richiesta. Infine, nel caso di imminente scadenza dei termini per l'accesso a una prestazione sociale agevolata, i componenti del nucleo familiare possono comunque presentare la relativa richiesta accompagnata dalla ricevuta di presentazione della Dsu. L'ente erogatore può acquisire l'attestazione relativa all'Isee in un secondo momento interrogando il sistema informativo ovvero richiedendola al dichiarante se necessario.

Ultime Notizie