Isee 2017: come funziona e cosa cambia

Quando e come presentare richiesta per la compilazione del Modello Isee 2017, procedura online e documenti necessari: tutto quello che c’è da sapere

Isee 2017: come funziona e cosa cambia

Modello Isee novità come funziona


E’ scaduto il 15 gennaio il modello Isee (Indicatore della Situazione economica equivalente) che deve essere nuovamente richiesto quest’anno da chiunque volesse chiedere prestazioni sociali agevolate, come bonus bebè, assegni familiari, nuova Sia 2017, e determinate detrazioni fiscali. L’Isee può essere compilato sia direttamente online sia nel classico modello cartaceo. Per la richiesta del modello Isee, bisogna richiedere la nuova DSU (Dichiarazioni sostitutiva Unica) per il calcolo della propria situazione reddituale. Quali sono i documenti necessari per richiedere e il modello Isee 2017? Quali sono le modalità di compilazione e calcolo dell’Isee?

Dati della Dsu per Modello 2017

La DSU per la compilazione del modello Isee 2017 contiene i redditi prodotti nell’anno di riferimento da tutti i componenti del nucleo familiare e il patrimonio posseduto da ciascuno, sia immobiliare, come case, terreni, o altri immobili, che mobiliare, come conti corrente, carte di credito, libretti, titoli, ma anche auto. La dichiarazione Isee non è uguale per tutti, ma cambia a seconda della prestazione che si deve chiedere.

Modelli Isee disponibili

In base alla prestazione agevolata richiesta, infatti, bisogna scegliere tra i diversi modelli Isee disponibili, che sono sei:

  1. Isee corrente;
  2. Isee università;
  3. Isee socio-sanitario;
  4. Isee socio-sanitario residenze;
  5. Isee minorenni con genitori non coniugati tra loro e non conviventi;
  6. Isee ordinario.

Modello Isee 2017: regole per compilazione modello cartaceo

Il modello Isee cartaceo si compone di diverse parti: si può solo compilare solo l’Isee Mini, cioè il modulo MB1 e il modulo FC1, se non si devono richiedere agevolazioni per lo studio universitario, se non si hanno figli disabili a carico della famiglia, se non sono presenti nel nucleo familiare figli di genitori non coniugati né conviventi. I due moduli, MB1, FC1, devono essere sempre compilati sia per l’Isee Mini o che per la dichiarazione completa.

Compilazione del Modulo Fc1 per tutti

Il modulo FC1, che contiene i dati di ciascun componente della famiglia, deve essere sempre compilato, per la richiesta di tutte le tipologie di prestazioni. Per ogni familiare deve essere, in particolare, indicata l’attività svolta tra le seguenti:

  1. lavoro dipendente a tempo indeterminato;
  2. lavoro dipendente a tempo determinato o con contratto di apprendistato;
  3. lavoro con contratto di somministrazione (interinale);
  4. lavoro parasubordinato (collaborazione a progetto o cococo);
  5. lavoro accessorio (voucher), occasionale, tirocini, stages;
  6. lavoratore o disoccupato con sostegno al reddito (cassa integrazione ordinaria, straordinaria o in deroga, contratti di solidarietà; lavori socialmente utili; mobilità, Aspi, etc.);
  7. lavoratore autonomo, libero professionista, imprenditore;
  8. non occupato;
  9. pensionato;
  10. casalingo.

Il Modulo FC1 prevede la compilazione anche di altri quadri che sono:

  1. quadro FC2: in questo quadro si devono inserire i dati rilevanti del patrimonio mobiliare di ogni familiare (conti correnti, carte di credito, libretti, depositi, titoli: a seconda dello strumento posseduto, bisogna indicare il saldo o la giacenza media, in alcuni casi entrambi, come per il conto corrente);
  2. quadro FC3: è necessario completarlo con i dati relativi al patrimonio immobiliare posseduto da ciascun familiare (case e terreni);
  3. quadro FC4: per ogni familiare si deve indicare il possesso di redditi non rilevabili dalle banche dati dell’Inps e dell’Agenzia delle Entrate (ad esempio redditi prodotti all’estero, esenti, soggetti ad imposta sostitutiva);
  4. quadro FC5: in questa sezione è necessario indicare le eventuali informazioni relative gli assegni periodici corrisposti al coniuge o ai figli, o percepiti dal coniuge;
  5. quadro FC6: occorre indicare la targa dei veicoli posseduti da ogni familiare (auto, moto, navi o imbarcazioni).
  6.  

Modalità di calcolo Isee 2017

Per calcolare l’Isee 2017 bisogna considerare diversi indicatori:
Indicatore della situazione reddituale (Isr), composto da tutti i redditi di tutti i soggetti che compongono il nucleo familiare;
Indicatore della situazione patrimoniale (Isp), composto dal valore di tutti i fabbricati e terreni (meno il valore dell'abitazione principale, o di un eventuale mutuo residuo); e dal valore di tutto il patrimonio mobiliare (meno una franchigia di 15.493,71 euro);
Indicatore della situazione economica (Ise), dato dall'Isr più il 20% dell'Isp;
Indicatore della situazione economica equivalente (Isee), dato dall'Ise corretto con il parametro relativo alla famiglia (Vse), cioè alla composizione del nucleo familiare.

Modello Isee 2017: regole per compilazione modello cartaceo e calcolo

Il modello Isee può essere compilato e calcolato anche direttamente online sul sito dell’Inps, entrando nell’apposita pagina Isee Inps che guiderà ogni contribuente passo dopo passo.  La procedura prevede: cliccare sulla voce ‘Acquisizione on-line Dichiarazione Sostitutiva Unica’ e scegliere ‘Sottoscrizione della Dichiarazione Sostitutiva Unica’, per trasmettere i dati indicati all’Inps e permettere il calcolo dell’indicatore. Dopo l’invio della sottoscrizione della Dsu, il sistema dell’Inps elaborerà tutti i dati auto dichiarati e i dati patrimoniali (tra quelli acquisiti dall’Agenzia delle Entrate e quelli presenti nei propri archivi) per poi determinare il valore Isee. In particolare, una volta compilati tutti i moduli ed inviata la Dsu all’Inps, lo stesso Istituto di Previdenza entro 4 giorni, acquisisce i dati dell’anagrafe tributaria, all’interno del sistema informativo Isee; ed entro il secondo giorno lavorativo successivo, calcola l’Isee e lo rende disponibile al contribuente. Entro 15 giorni dall’atto di sottoscrizione della Dsu, l’Inps provvederà all’invio del modello Isee 2017.


Documenti necessari per compilazione Modello Isee 2017

I documenti che bisogna presentare per la compilazione del modello Isee 2017 sono:

  1. estratto conto (saldo contabile) di depositi e conti correnti bancari e postali e giacenza media;
  2. titoli di stato, obbligazioni, certificati di deposito e credito, buoni fruttiferi e assimilati; depositi e conti correnti bancari e postali;
  3. azioni o quote di organismi di investimento collettivo di risparmio (O.I.C.R.) italiani o esteri;
  4. partecipazioni azionarie in società italiane ed estere quotate e non quotate in mercati regolamentati;
  5. dati di chi gestisce il patrimonio mobiliare (denominazione banca o intermediario, codice ABI);
  6. dati relativi a tutti i fabbricati, terreni agricoli e aree fabbricabili posseduti come da visura catastale;
  7. capitale residuo del mutuo per l’acquisto o costruzione degli immobili;
  8. contratti di assicurazione mista sulla vita.

Ultime Notizie