Isee 2018: norme attuali per accedere a numerose detrazioni. Documentazione per rinnovo

Regole di compilazione e presentazione del modello Isee 2018: detrazioni fiscali e bonus previsti e modalità di calcolo

Isee 2018: norme attuali per accedere a

Isee 2018 calcolo detrazioni fasce reddito


Come procedere al rinnovo dell'Isee 2018, quali sono le regole attuali e i documenti necessari per fare domanda e poter così , poi, accedere a diverse agevolazioni, bonus e detrazioni.

Il modello Isee 2018 è obbligatorio per accedere ad alcune importanti agevolazioni, o per richiedere il Reddito di Inclusione. Per la richiesta del modello Isee è necessario avere la nuova Dsu, Dichiarazione Unica Sostitutiva, a partire dal prossimo 15 gennaio, presentando al proprio commercialista, a Caf o patronati determinati documenti relativi sulla propria situazione reddituale e composizione del nucleo familiare. Non è prevista alcuna novità 2018 per la compilazione del modello Isee necessario per ottenere agevolazioni fiscali e bonus. Le modalità di compilazione del modello Isee restano, dunque, uguali a quelle dello scorso anno, prevendo l’obbligo di riportare sul modello anche:

  1. redditi esenti d’imposta al fine di garantire maggiore capacità selettiva dell’indice;
  2. patrimoni detenuti sia in Italia sia all’estero;
  3. indicazione delle diverse tipologie di prestazioni con i nuovi modelli Isee mini, integrale, corrente, minorenni, socio sanitario, università e disabili.

Modello Isee 2018: detrazioni e calcolo

Il modello Isee, Indicatore della Situazione Economica Equivalente familiare, serve per attestare il valore della ricchezza delle famiglie che chiedono accesso a particolari agevolazioni fiscali e bonus come:

  1. assegni familiari;
  2. social card;
  3. assegno di maternità;
  4. bonus bebè;
  5. sconti per pagamenti di rette per asili nido e altri servizi educativi per l´infanzia e mense scolastiche;
  6. borse di studio e riduzioni delle tasse universitarie e del diritto allo studio.
  7. agevolazioni per servizi socio-sanitari e a domicilio;
  8. sconti telefono, luce, gas con il bonus luce e gas e acqua;
  9. bonus acquisti destinato alle famiglie numerose;
  10. detrazioni fiscali su spese per l’affitto per famiglie a reddito basso che possono così scaricare dalle tasse 300 euro per chi ha un reddito complessivo fino a 15.493,71 euro e 150 euro per chi è tra i 15.493,71 euro e 30.987,41 euro.

I documenti appena riportati devono essere presentati per ogni componente del nucleo familiare ma la presentazione della dichiarazione dei redditi da modello Unico o modello 730 non è, ovviamente, dovuta nel caso di componenti del nucleo familiari non titolari di reddito da lavoro.

Per il calcolo Isee bisogna effettuare il rapporto tra somma dei redditi considerando l’indicatore della situazione patrimoniale mobiliare ed immobiliare e scala di equivalenza, per comparare i redditi familiari. L’importo finale dell’Isee deriva dal rapporto tra l’indicatore della situazione economica (ISE, valore assoluto dato dalla somma dei redditi e del 20% dei patrimoni mobiliari e immobiliari dei componenti il nucleo familiare) e il parametro della scala di equivalenza. Il calcolo del reddito comprende:

  1. spese per disabili;
  2. gli assegni al coniuge e ai figli;
  3. il 20% del reddito da lavoro dipendente o da pensione;
  4. franchigia sulle abitazioni di proprietà;
  5. interessi derivanti da eventuali investimenti in prodotti finanziari.

Modello Isee 2018: documenti necessari

I documenti che bisogna presentare per fare la richiesta del modello Isee 2018, che si può richiedere all’Inps direttamente tramite sito web dell’Istituto di Previdenza o anche tramite Caf o patronati, sono:

  1. stato di famiglia;
  2. contratto di locazione (con estremi di registrazione);
  3. ultimo pagamento del canone d’affitto e per assegnatari d’alloggi pubblici anche ultima fattura relativa all’affitto;
  4. codice fiscale, documento d’identità valido, ultimo modello 730 o Unico presentato o ultima certificazione dei redditi (modello CU) rilasciato dal datore di lavoro o ente pensionistico;
  5. eventuale certificato d’invalidità attestante l’handicap psico-fisico permanente per invalidità superiore al 66% (se presente nel nucleo familiare);
  6. dati relativi a tutti i fabbricati, terreni agricoli e aree fabbricabili posseduti come da visura catastale ed eventuale capitale residuo del mutuo per l’acquisto o costruzione degli immobili;
  7. estratti di conti correnti, conti deposito, conti postali e giacenze medie, titoli di stato, obbligazioni, certificati di deposito e credito, buoni fruttiferi e assimilati;
  8. azioni o quote di organismi di investimento collettivo di risparmio (O.I.C.R.) italiani o esteri;
  9. eventuali partecipazioni azionarie in società italiane ed estere quotate e non quotate in mercati regolamentati.

Modello Isee 2018: fasce di reddito

Sono diverse le fasce di reddito da considerare per accedere alle prestazioni assistenziali e previdenziali presentando il modello Isee. Le fasce di reddito sono:

  1. la prima fascia di reddito con un nucleo di 3 persone con Ise pari a 21.691,19 euro;
  2. la seconda fascia di reddito con un nucleo di 3 persone con Ise pari a 43.382,38 euro.

Alle fasce di reddito devono essere applicate le maggiorazioni previste come:

  1. maggiorazione di 0,35 per ogni ulteriore componente;
  2. maggiorazione dello 0,5 per ogni componente con disabilità media, grave o non autosufficiente;
  3. maggiorazione di 0,2 in caso di presenza nel nucleo di tre figli, 0,35 in caso di quattro figli, 0,5 in caso di almeno cinque figli;
  4. maggiorazione di 0,2 per nuclei familiari con figli minori, elevata a 0,3 in presenza di almeno un figlio di età inferiore a tre anni compiuti, in cui entrambi i genitori o l’unico presente abbiano svolto attività di lavoro o di impresa per almeno sei mesi nell’anno di riferimento dei redditi dichiarati.

Ricordiamo che la maggiorazione vale anche nei casi di nuclei familiari composti esclusivamente da genitore solo non lavoratore e da figli minorenni.

Agevolazioni che si possono richiedere tramite la presentazione dell'Isee

  1.  Assegno familiare
  2. Rei, nuovo reddito di inclusione 2018
  3. Bonus famiglie numerose
  4. Bonus bebè 2018
  5. Bonus luce e gas e bonus acqua
  6. Detrazioni fiscali su retta dell’asilo nido e mense scolastiche
  7. Detrazioni fiscali per spese sportive dei propri figli
  8. Detrazioni di tasse universitarie
  9. Detrazioni fiscali su spese per l’affitto per famiglie a reddito basso 
  10. Detrazioni fiscali per spese di servizi socio-sanitari
  11. Agevolazioni fiscali su canone telefonico
  12. Social card