Lavasciuga con bonus 50%. Lista mobili ed elettrodomestici con detrazioni aggiornata da Agenzia Entrate

Condizione fondamentale per fruire di questo sconto è che la ristrutturazione dell'immobile a cui sono destinati mobili e elettrodomestici da comprare.

Lavasciuga con bonus 50%. Lista mobili e

Lista mobili ed elettrodomestici da comprare

C'è un aggiornamento importante che riguarda la lista dei mobili e degli elettrodomestici da comprare con la detrazione al 50%. Nonostante la classe energetica non sia A+, la sola che rientra nel bonus 2019, anche la lavasciuga può fruire di questa opportunità, purché la classe energetica A. Lo ha precisato con l'Agenzia delle entrate facendo chiarezza su questo specifico aspetto. Non si tratta di un concessione poiché per questo tipo di elettrodomestico, la più alta classe energetica è proprio la A. In fondo è quanto accade anche nel caso di acquisto del forno, l'altra eccezione ammessa per accedere al bonus 2019 ovvero alla detrazione Irpef del 50%.

Lista mobili ed elettrodomestici da comprare con bonus 50%

Condizione fondamentale per fruire di questo sconto è che la ristrutturazione dell'immobile a cui sono destinati mobili e elettrodomestici da comprare. In ogni caso, il bonus spetta anche quando i prodotti sono destinati ad arredare un ambiente diverso dell'immobile oggetto di intervento edilizio. Tuttavia, per ottenerlo è indispensabile che la data dell'inizio dei lavori di ristrutturazione sia precedente a quella dell'acquisizione di beni. L'acquirente non riceve somme in contanti, ma deve riportare la spesa nella dichiarazione dei redditi (modello 730 per i lavoratori dipendenti e i pensionati o modello Redditi persone fisiche per i lavoratori autonomi) per ricevere la detrazione delle spese. Per quanto riguarda i mobili, nell'elenco rientrano

  1. sedie
  2. librerie
  3. credenze
  4. letti
  5. divani
  6. tavoli
  7. apparecchi di illuminazione
  8. cassettiere
  9. scrivanie
  10. poltrone
  11. comodini
  12. materassi
  13. armadi

Non è invece possibile detrarre le spese per comprare tende e tendaggi, pavimentazioni, porte e complementi di arredo. Per quanto riguarda gli elettrodomestici, ricordando come sia indispensabile la classe energetica non inferiore alla A+ (A per lavasciuga e forni), via libera a

  1. radiatori elettrici
  2. lavastoviglie
  3. congelatori
  4. piastre riscaldanti elettriche
  5. apparecchi per il condizionamento
  6. frigoriferi
  7. stufe elettriche
  8. lavatrici
  9. apparecchi elettrici di riscaldamento
  10. asciugatrici
  11. ventilatori elettrici
  12. forni a microonde
  13. apparecchi per la cottura

Quali lavori di ristrutturazione per ottenere il bonus 50%

Gli interventi edilizi necessari per avere la detrazione al 50% per acquistare mobili ed elettrodomestici possono di manutenzione straordinaria, manutenzione ordinaria. Dei primi fanno parte realizzazione di recinzioni, muri di cinta e cancellate, sostituzione di infissi esterni con modifica di materiale o tipologia di infisso, sostituzione dei tramezzi interni senza alterazione della tipologia dell'unità immobiliare, installazione di ascensori e scale di sicurezza, rifacimento di scale e rampe, costruzione di scale interne, realizzazione dei servizi igienici.

Sono considerati interventi di ristrutturazione edilizia la trasformazione della soffitta in mansarda o del balcone in veranda, la modifica della facciata, la costruzione dei servizi igienici in ampliamento delle superfici e dei volumi esistenti, la realizzazione di una mansarda o di un balcone, la apertura di nuove porte e finestre. Infine, per quanto riguarda il restauro e il risanamento conservativo si segnalano il ripristino dell'aspetto storico-architettonico di un edificio e l'adeguamento delle altezze dei solai nel rispetto delle volumetrie esistenti.

Ti è piaciuto questo articolo? star

Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il