Nuove scadenze Tari 2020, rette asili nidi, tasse affitti a Firenze per coronavirus. Proroga e date ufficiali

di Marianna Quatraro pubblicato il
Nuove scadenze Tari 2020, rette asili ni

Tari rette asili tasse affitti Firenze Proroga

Cosa cambia a Firenze per date ufficiali di pagamento di imposte, tributi e adempimenti: quado si pagano Tari, rette asili nido e affitti

Cambiano le scadenze di pagamento di una serie di imposte e adempimenti nei Comuni italiani a causa dell’emergenza coronavirus. E sono state prorogate a Firenze alcune date ufficiali di pagamento di tributi dall’imposta sui rifiuti Tari ai canoni di locazione, sia di immobili commerciali che privati. Vediamo quali sono le nuove scadenze 2020 di pagamento a Firenze di Tari sui rifiuti, di rette di asili nido e tasse affitti.  

Nuove scadenze Tari 2020 Firenze proroga per coronavirus

E’ stato prorogato dal 30 aprile al prossimo 30 giugno il pagamento della Tari 2020 sui rifiuti a Firenze a causa dell’emergenza coronavirus. Il sindaco Dario Nardella ha deciso di rinviare il pagamento della Tari 2020 senza applicare alcuna sanzione per sostenere i cittadini in difficoltà a causa delle conseguenze economiche dovute alla diffusione del Covid-19 in Italia.

Nuove scadenze 2020 rette asili nido Firenze per coronavirus

A causa dell’emergenza coronavirus in atto, per venire incontro alle esigenze delle famiglie, il Comune di Firenze ha deciso di ricalcolare tariffe e rette dei servizi a domanda individuale non facendo pagarele rette di asili nido, servizio di trasporto scolastico e servizio prescuola per il periodo di chiusura delle scuole.

Ha, inoltre, previsto il rimborso relativo ai mesi di sospensione delle attività scolastiche disposta dal governo per le famiglie che hanno pagato l’intera quota della rette annuale di asili nido a inizio anno.

Tasse affitti Firenze nuove date ufficiali per coronavirus

Sul versante affitti, il Comune di Firenze ha deciso una proroga del versamento della tassa per l’occupazione di suolo pubblico, almeno fino a quando non sarà terminata l’emergenza e lo slittamento al 30 giugno 2020 della scadenza della tassa occupazione suolo pubblico permanente e di assegnazione case popolari o contributo affitto.

Inoltre è prevista per inquilini e proprietari la possibilità di accordarsi per una riduzione del canone di locazione in questo periodo di difficoltà. L'accordo, quindi, è possibile sia nel caso di locazione di immobili per uso abitativo che nel caso di locazione di immobili commerciali.

Tuttavia, l’accordo per evitare il pagamento delle imposte sui canoni non riscossi bisogna registrare l’accordo entro 30 giorni, cosa che durante il periodo di chiusura degli uffici per l'emergenza Coronavirus si può fare on line anche senza posta certificata. Non è previsto il pagamento dell’imposta di bollo per la registrazione dell’atto.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sui diritti per i lavoratori per rimanere aggiornato su tutte le novità: