Bonus 600 euro in attesa di esito. Cosa significa, cosa fare per ricevere il pagamento

di Chiara Compagnucci pubblicato il
Bonus 600 euro in attesa di esito. Cosa

Bonus 600 euro in attesa di esito

Tutti loro hanno presentato domanda in via telematica all'Inps utilizzando i consueti canali messi a disposizione per i cittadini e per i patronati e lo hanno fatto nei tempi richiesti.

Potremmo definirla la beffa dei 600 euro per le partite Iva ché a distanza di oltre un mese dall'istituzione del bonus e con una nuova indennità alle porte, in molti non hanno ancora ricevuto questa somma.

E non si tratta di chi si è visto rifiutare la domanda, ma semplicemente di chi - tra liberi professionisti e collaboratori coordinati e continuativi, lavoratori autonomi iscritti alle gestioni speciali dell'Assicurazione generale obbligatoria, artigiani, commercianti, coltivatori diretti, coloni e mezzadri, lavoratori stagionali dei settori del turismo e degli stabilimenti termali, braccianti agricoli, lavoratori dello spettacolo - non ha ancora ricevuto una risposta definitiva, positiva o negativa che sia.

Tutti loro hanno presentato domanda in via telematica all'Inps utilizzando i consueti canali messi a disposizione per i cittadini e per i patronati. E lo hanno fatto nei tempi richiesti.

Cerchiamo allora di capire cosa sta succedendo e soprattutto cosa bisogna fare per regolarizzare la propria posizione e ricevere il bonus di 600 euro. Più precisamente vediamo

  • Cosa significa bonus 600 euro in attesa di esito
  • Bonus 600 euro, cosa fare per ricevere il pagamento

Cosa significa bonus 600 euro in attesa di esito

Per fronteggiare l'emergenza economica successiva a quella sanitaria, il governo ha deliberato lo stanziamento per il mese di marzo 2020 di un bonus di 600 euro, non soggetto a imposizione fiscale, con domande da presentare entro la fine del mese di aprile.

L'esecutivo è stato particolarmente attento nell'individuare l'esatta platea dei destinatari di questa misura di sostegno al reddito, precisando che i lavoratori non devono essere titolari di un trattamento pensionistico diretto e non devono ricevere altre forme di previdenza obbligatoria.

Allo stesso tempo ha precisato quali indennità non sono cumulabili e la mancata compatibilità con il reddito di cittadinanza.

Dal punto di vista normativo, tutti i dettagli sono apparsi estremamente chiari con i problemi che sono sorti solo nella fase operativa.

Tralasciamo i problemi riscontrati nelle prime ore di apertura della procedura per effettuare le domande con il sito web dell'Istituto di previdenza che è andato in tilt, a oggi la posizione di numerose partite Iva tra professionisti e lavoratori autonomi è di attesa dell'esito.

Non sanno insomma se la domanda è stata accettata o rifiutata e di conseguenza come comportarsi e cosa fare con il prossimo bonus di 600 euro in via di approvazione.

Bonus 600 euro, cosa fare per ricevere il pagamento

Notificare che il bonus di 600 euro è in attesa di esito significa che la domanda è ancora sotto esame, ma essendo stata smaltita la quasi totalità delle richieste con successivo bonifico di 600 euro agli interessati, il suggerimento è di telefonare all'Inps per capire cosa è successo alla propria domanda.

Non è affatto così scontato che rispondano e né che abbiano una risposta e di conseguenza il consiglio è di rifare la domanda.

Occorre però ricordare che spesso e volentieri i casi di mancata erogazione del bonus vanno ricercati nell'errata compilazione della domanda con tanto di Iban sbagliato (magari perché è stato inserito quello dell'azienda ce non quello personale) o di indicazione di una non corretta categoria di appartenenza.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sui diritti per i lavoratori per rimanere aggiornato su tutte le novità: