Flat Tax 2019 come funziona nuovo regime fiscale per partite Iva

Sono tre le regole di fondo da sapere quando si parla di flat tax e di pro e contro tra tasse, contributi e altre condizioni importanti.

Flat Tax 2019 come funziona nuovo regime

Come funziona la flat tax 2019


Sono tanti gli aspetti da capire fine in fondo, come il calcolo tasse da pagare, per capire se la flat tax conviene rispetto ad altri regimi fiscali. Si intuiscono subiti i due principali vantaggi, la possibilità di pagare meno tasse e la semplificazione nella gestione, ma tra contributi, calcolo e coefficienti di redditività, c'è da capire quanto si paga realmente con la flat tax 2019.

Come funziona la flat tax 2019

Sono tre le regole di fondo da non perdere di vista quando si parla di flat tax e di pro e contro tra tasse, contributi e altre condizioni importanti. La prima è la soglia di ricavi o compensi entro il limite di 65.000 euro nel 2019. La principale differenza rispetto al passato per capire come funziona la flat tax 2019 è la fissazione dello stesso tetto per tutte le attività, senza alcuna differenza. In seconda battuta, chi aderisce alla flat tax non deve essere socio di una Srl non in regime di trasparenze o di un'altra società. Anche se, a essere precisi, solo il primo paletto rappresenta una vera novità perché il secondo è già stato in vigore nel 2018 per chi ha aderito a un regime agevolato di partite Iva. Infine, la terza regola di cui tenere conto per capire come funziona realmente è il divieto per chi aderisce alla flat tax 2019 di svolgere in prevalenza l'attività nei confronti di datori di lavoro o soggetti a essi riconducibili anche indirettamente con cui c'è un rapporto di lavoro o c'è stato nei due anni precedenti. Vi sono, dunque, cinque modi diversi per entrare e accedere alla nuova Fat Tax 2019

Flat tax 2019 conviene? Come valutarla in base alle regole 2019

Stabilite le regole ufficiali 2019 delle partite Iva e dalla nuova Flat Tax 2019 nella Legge di Bilancio 2018-2019 e Manovra Finanziaria, resta da capire come valutare la fattibilità e la convenienza della flat tax 2019, anche sulla base del calcolo tasse da pagare. Se il contribuente opera già come autonomo, professionista o imprenditore, deve tenere conto anche di due altri aspetti decisivi: va versata l'Iva su eventuali beni strumentali acquistati negli ultimi cinque anni o sulle rimanenze di magazzino se non è in contabilità semplificata. E poi, non può fare valere oneri deducibili, come la previdenza complementare, e oneri detraibili, come i figli a carico o le ristrutturazioni. Dopo aver capito a chi spetta, come funziona e calcolo, c'è un altro aspetto centrali da non lasciarsi sfuggire: quanto si paga realmente con la flat tax. Il contribuente in regime di flat tax 2019 (o meglio, prima di una eventuale adesione), deve valutare la convenienza rispetto alle partite Iva a regime ordinario calcolando i coefficienti di redditività e gli altri aspetti operativi e burocratici.

Il reddito è infatti calcolato con coefficienti di redditività, senza dedurre le spese, ad esempio quelle al 78% per le professioni. Insomma, la flat tax 2019 conviene dal punto di vista della tassazione, ma non ha chi ha spese elevate o maxi ammortamenti. Infine, in regime di flat tax non è obbligatorio emettere la fattura elettronica, tranne che nei rapporti con la pubblica amministrazione, e conservare in digitale le fatture elettroniche ricevute, a meno che non comunichi la Posta elettronica certificata o il codice destinatario. Come emettere una fattura con la Flat Tax 2019 è molo semplice, basta seguire semplici istruzioni di calcolo, diciture e un fac-simile Ritornando alla convenienza, l'analisi dei vantaggi e svantaggi nel dettaglio l'abbiamo fatto in un precedente articolo.

E' sempre meglio, comunque, fare una simulazione del calcolo per capire effettivamente quanto si paga tra tasse e costi di gestione. Da fare attenzione anche alle differenze con il regime forfettario 2019 di cui la flat tax,comunque, fa parte