Partite iva forfettarie, acconto tasse a Novembre 2019 ridotto ma no proroga Marzo

di Marianna Quatraro pubblicato il
Partite iva forfettarie, acconto tasse a

Partite iva forfettarie acconto Novembre nessuna proroga

Cosa cambia per pagamenti acconti tasse e ultime rate tasse per contribuenti forfettari e Isa: le ultime notizie del decreto fiscale

Il Decreto Fiscale annunciato solo due giorni fa è già stato rivisto: non ci sarà alcuna proroga di versamento dell’ultima rata delle tasse di novembre a marzo ma si parla di possibilità di versamento di acconto tasse 2019 ridotto. Vediamo quali sono le ultime novità per Partite Iva forfettarie.

  • Cosa cambia per proroga versamento tasse 2019?
  • Quando e quanto si paga acconto tasse 2019?

No proroga versamento tasse 2019 a marzo 2020

La prima novità di cui si era parlato per la nuova Legge di Bilancio era la proroga al 16 marzo 2020 dal 16 novembre 2019 del pagamento delle ultime rate dei versamenti dovuti dai contribuenti titolari di Partita Iva con la cosidetta flat tax in regime forfettario e dai contribuenti ISA (indici sintetici di affidabilità fiscale), con una previsione di maggiori entrate nel prossimo anno per circa 3 miliardi di euro.

In realtà, è arrivato subito il dietrofront in merito: non ci sarà alcuna proroga al 16 marzo 2020 delle imposte dovute da imprese e professionisti soggetti agli Indici di affidabilità fiscale (Isa) o in regime forfettario. La scadenza di pagamento resta fissata per il prossimo mese di novembre 2019.

Ad annunciare il dietrofront è stato proprio il ministro dell’Economia, Roberto Gualtieri, spiegando che si tratta di una decisione che avrebbe potuto presentare criticità, sia a livello europeo, perché i tecnici hanno parlato di incompatibilità con i sistemi di classificazione Eurostat della proroga dei versamenti delle rate di metà novembre al 16 marzo 2020, sia a livello interno. Il pagamento delle rate dovute resta, dunque, fissato al 16 novembre.

Quando e quanto si paga acconto tasse 2019

Contestualmente al dietrofront sul versamento delle tasse, stando alle ultime notizie, sarebbe stata annunciata una riduzione dell’acconto delle tasse a novembre 2019. Sempre stando a quanto annunciato dal ministro dell’Economia Gualtieri, gli acconti delle tasse di novembre verranno ridotti al 90%

Prendendo, per esempio, il caso di un lavoratore con partita iva forfettaria che deve versare 10mila euro, di cui la prima rata di 4mila e la seconda di 6mila euro, con la riduzione dell’acconto al 90% pagherà 5mila euro e per il saldo saranno rispettate le regole già vigenti valevoli per dichiarazione dei redditi 2020.

Le regole, in generale, prevedono che i contribuenti titolari di partita Iva paghino a novembre il 60% del 100% delle imposte e dei contributi Inps dovuti a saldo per l’anno precedente.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sui diritti per i lavoratori per rimanere aggiornato su tutte le novità:
Seguici su Facebook, clicca su "Mi Piace":