Partite iva 2019-2020 non attive chiusura automatica con multa

di Marianna Quatraro pubblicato il
Partite iva 2019-2020 non attive chiusur

Partite iva non attive chiusura automatica multa

Al via procedimento di chiusura automatica delle Partite Iva inattive da parte dell’Agenzia delle Entrate: multe previste

Partite Iva 2019-2020 nel mirino di nuovi dell’Agenzia delle Entrate: stando a quanto riportano le ultime notizie, le Entrate sono pronte ad avviare procedimenti di chiusura automatica delle Partite Iva non attive che non presentazione dichiarazioni Iva o dei redditi da tre anni. Vediamo come avverranno le chiusure automatiche ed eventuali multe previste.

Partite iva 2019-2020 non attive chiusura automatica da Agenzia Entrate

L’Agenzia delle Entrate ha comunicato di aver avviato il procedimento di chiusura d’ufficio delle Partite Iva 2019-2020 inattive che non presentano dichiarazione dei redditi o dichiarazione Iva da tre anni, quindi dal 2016 al 2018.

I soggetti destinatari del provvedimento di chiusura automatica della propria Partita Iva riceveranno da parte dall’Agenzia delle Entrate una comunicazione preventiva di chiusura d’ufficio della partita Iva e una volta ricevuta la comunicazione il contribuente ha 60 giorni di tempo per chiarire la propria posizione fiscale all’Agenzia delle Entrate.

In base a quanto il contribuente dichiarerà o alla documentazione presentate, l’Agenzia delle Entrate deciderà se procedere comunque con la chiusura della partita Iva o eventualmente accettare altra richiesta dell’interessato. Contestualmente alla chiusura automatica della Partita Iva, per i soggetti diversi dalla persone fisiche, l’Agenzia delle Entrate provvederà anche alla cancellazione del codice fiscale.

Partite iva 2019-2020 non attive e multe previste

Le ultime notizie confermano, inoltre, come la chiusura in automatico di Partite Iva inattive prevederà anche una contestuale multa fino a 2mila euro nei confronti dei contribuenti che non hanno presentato la dichiarazione di cessazione attività ai fini Iva.

In particolare, stando a quanto comunicato dalle Entrate, la sanzione prevista per la mancata chiusura della partita Iva è compresa tra i 516 e i 2.065 euro ridotta a 172 euro se si effettua il pagamento entro 30 giorni dalla comunicazione dell’Agenzia delle Entrate.

Se non si paga, la sanzione verrà iscritta direttamente nei ruoli a titolo definitivo e il contribuente riceverà anche la cartella esattoriale per pagare la sanzione.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sui diritti per i lavoratori per rimanere aggiornato su tutte le novità: