Permessi di soggiorno 2020 proroga per coronavirus. Nuove date aggiornate, quando devono essere fatti

di Marianna Quatraro pubblicato il
Permessi di soggiorno 2020 proroga per c

permessi soggiorno Nuove date quando essere fatti

Prorogata la validitÓ dei permessi di soggiorno in scadenza ad aprile e non solo: quando fare i rinnovi e dove si richiede

Il Decreto Cura Italia, a causa dell’emergenza coronavirus, ha deciso la proroga per la presentazione di domanda dei rinnovi di permessi di soggiorno 2020 in scadenza. E’ stato, dunque, stabilito che tutti i permessi in scadenza tra il 31 gennaio e il 15 aprile 2020 resteranno ancora validi. Vediamo quali sono le nuove date aggiornate da rispettare per il rinnovo dei permessi di soggiorno 2020.

Permessi di soggiorno 2020 proroga per coronavirus nuove date aggiornate

Stando a quanto stabilito dal decreto dello scorso 17 marzo, certificati, attestati, concessioni, autorizzazioni e permessi di soggiorno in scadenza tra il 31 gennaio e il 15 aprile 2020 saranno considerati validi fino al prossimo 15 giugno 2020.

Ciò significa che tutti i titolari di permessi di soggiorno 2020 in scadenza entro tali date potranno effettuare il rinnovo dal mese di giugno e non obbligatoriamente prima.

Tempi più lunghi di sospensione per i permessi di soggiorno in scadenza dal 17 marzo 2020: in questo caso la loro validità è prorogata fino al 31 agosto 2020 e si potrà chiedere il rinnovo solo dopo tale date. Ricordiamo che rilascio e rinnovo del permesso di soggiorno si può richiedere alle questure di competenza, presentando apposito modulo adeguatamente compilato presso qualsiasi ufficio postale.

La proroga riguarda, in articolare, le seguenti tipologie di permessi:

  • nulla osta al lavoro stagionale;
  • permessi di soggiorno Ue per soggiornanti di lungo periodo;
  • cittadinanza per matrimonio e per residenza;
  • nulla osta al lavoro per casi particolari (ricerca, blue card, trasferimenti infrasocietari);
  • conversione dei permessi di soggiorno da studio a lavoro subordinato e da lavoro stagionale a lavoro subordinato non stagionale;
  • rilascio nulla osta al ricongiungimento familiare;
  • attestazione di apolidia;
  • recupero degli alimenti all'estero a favore dei figli dei genitori di nazionalità diversa.

Considerando, inoltre, che con circolare 0020359 del 9 marzo 2020 il Ministero dell’interno ha disposto la chiusura degli Uffici immigrazione delle questure, fino al 31 marzo 2020 (data che potrebbe anche essere suscettibile di proroga) non sarà comunque possibile presentare richiesta per rilascio o rinnovo del permesso di soggiorno.

Precisiamo che tutti coloro che hanno il permesso di soggiorno in scadenza in questo periodo, dunque, pur andando incontro alla scadenza e non potendo presentare richiesta di rinnovo, non incorrono in alcuna sanzione.

Per effetto delle proroghe di validità dei permessi di soggiorno in scadenza, con gli stessi resta comunque possibile proseguire un rapporto di lavoro in corso o l’instaurazione di nuovi rapporti di lavoro.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sui diritti per i lavoratori per rimanere aggiornato su tutte le novità: