Rimborso spese mediche, quando e come viene tassato e a chi. Ecco i casi

di Marianna Quatraro pubblicato il

Pagare le tasse sui rimborsi delle spese mediche che concorrono alla formazione del reddito da lavoro. La decisione dell’Agenzia delle Entrate

Rimborso spese mediche, quando e come vi

Rimborso spese mediche quando come chi

I lavoratori dipendenti che ottengono rimborsi di spese sanitarie da parte del datore di lavoro, enti pubblici o grandi aziende, secondo quanto stabilito dall’Agenzia delle Entrate, devo pagare le tasse perché i rimborsi costituiscono redditi di lavoro dipendente e pertanto devono essere tassati, nonostante si tratti di spese detraibili al 19% che si possono scaricare nella dichiarazione dei redditi relativa all’anno in cui sono state sostenute. Vediamo, dunque, come e quando vengono tassati i rimborsi per le spese mediche.

Come e quando vengono tassati i rimborsi per spese mediche

Stando a quanto stabilito dall’Agenzia delle Entrate, considerando che l’Irpef si calcola su tutte le voci corrisposte dal datore al lavoratore al lavoratore dipendente a qualsiasi titolo, e che l’aliquota Irpef è aumentata, il rimborso delle spese mediche concorre al reddito imponibile alzando l’importo delle tasse da pagare e facendo anche aumentare il valore Isee.

Dunque, il rimborso delle spese mediche, erogato specie in caso di importanti spese o per terapie o operazioni gravi, rappresenta una voce di reddito da tassare. Ma quando si pagano le tasse relative ai rimborsi? Seguendo l’interpello 285 del 22 luglio 2019 dell’Agenzia delle Entrate relativo al caso di un rimborso sanitario in ritardo di un dipendente di un ente pubblico che aveva ottenuto il rimborso qualche anno dopo aver sostenuto le stesse spese mediche, le Entrate hanno chiarito che essendo considerati i rimborsi voci di reddito erogate dal datore di lavoro devono essere tassate e le tasse gravano per l’anno di imposta in cui vengono corrisposti i rimborsi, anche qualche anno, come in questo caso, le spese sostenute.

Le detrazioni per le stesse spese mediche in dichiarazione dei redditi vengono, invece, applicate nell’anno di imposta in cui le stesse spese sono state sostenute. La detrazione avviene a condizione che il rimborso sia per contributi o premi per cui non è prevista detraibilità o deducibilità o che, essendo versati da altri, come il datore di lavoro, concorrono alla formazione del suo reddito di lavoro dipendente. Al momento dell’erogazione del rimborso, inoltre, il datore di lavoro deve effettuare ritenute a titolo di acconto Irpef.

Rimborso spese mediche: chi viene tassato

Sul rimborso delle spese mediche che datori di lavoro, aziende private o enti pubblici, tramite i loro fondi effettuano, la tassazione colpisce il lavoratore dipendente dell’azienda o dell’Ente e non i datori di lavoro, in quanto i rimborsi, come sopra spiegati, concorrono alla formazione del reddito complessivo e quindi devono essere soggetti alla tassazione Irpef.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sui diritti per i lavoratori per rimanere aggiornato su tutte le novità:
Seguici su Facebook, clicca su "Mi Piace":