Sospensione pagamenti mutui privati per emergenza coronavirus a chi spetta e come fare domanda

di Chiara Compagnucci pubblicato il
Sospensione pagamenti mutui privati per

Coronavirus, sospensione mutui: a chi spetta

La sospensione del pagamento del mutuo ha una durata massima di 18 mesi e viene richiesto il rispetto di requisiti ben precisi. Tutti i dettagli e i requisiti richiesti.

Sono tempi durissimi per l'emergenza coronavirus perché, oltre alla gravissime conseguenze di carattere sanitaria, sta incidendo in misura rilevante sugli aspetti economici.

E non solo del sistema Paese nel suo complesso, ma anche per la vita lavorativa di tutti i giorni. E lo è a tal punto che tra i primi provvedimenti approvati dal governo c'è la sospensione dei pagamenti dei mutui di cittadini e lavoratori per via del coronavirus che ha paralizzato le attività. Vediamo in questo articolo

  • Coronavirus, sospensione mutui: a chi spetta e come fare domanda
  • Sospensione pagamenti mutui privati, altre iniziative

 

Coronavirus, sospensione mutui: a chi spetta e come fare domanda

Entrando nei dettagli della normativa approvata via decreto, la sospensione del pagamento del mutuo ha una durata massima di 18 mesi e viene richiesto il rispetto di requisiti ben precisi.

Possono infatti accedere a questa facilitazioni solamente coloro che sono alle prese con un mutuo sulla prima casa, acceso da più di un anno rispetto alla data di richiesta della sospensione.

Il decreto prevede quindi che il capitale residuo del mutuo non può essere superiore a 250.000 euro, ma anche che l'Isee non deve essere maggiore di 30.000 euro. Ci sono quindi altri tre requisiti da rispettare per delineare il perimetro dei destinatari della sospensione del pagamento.

Occorre che il lavoro sia stato sospeso o comunque ridotto per almeno 30 giorni. Quindi che la sospensione o la riduzione dell'orario di lavoro devono essere avvenute nei tre anni precedenti alla richiesta.

Infine, ma non di minore importanza per accedere a questa nuova agevolazione in favore di chi ha un mutuo accesso, in caso di ritardo nel pagamento delle rate, deve essere inferiore ai 90 giorni consecutivi.

La domanda va presentata sulla base del modello scaricare sul sito Consap, la Concessionaria servizi assicurativi pubblici.

Sospensione pagamenti mutui privati, altre iniziative

Tra le iniziative da segnalare c'è quella di Bnl, Gruppo Bnp Paribas. Per arginare le difficoltà economiche sempre maggiore per via della diffusione del coronavirus, permette di sospendere la quota capitale delle rate mensili o della rata semestrale del finanziamento a breve e medio termine in regolare ammortamento per 6 mesi.

Stando a quanto deciso dalla Banca nazionale del lavoro, il pagamento slitta nel corso del piano di rimborso previsto. A conti fatti, questa iniziativa può coinvolgere fino a 40.000 imprese. Anche Banca Sella permette alle famiglie con mutui accesi nelle zone rosse di sospendere le rate di pagamento.

Da un'azione all'altra, Artigiancassa mette a disposizione linee di credito dedicate alle aziende per rispondere all’eventuale carenza di liquidità. La misura introdotta dall'istituto di credito in questa situazione di estrema emergenza può durare fino a 12 mesi e i clienti possono decidere di sospendere l’intera rata o la sola quota capitale.

Il tutto senza dimenticare che la situazione è in continua evoluzione e le condizioni possono variare.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sulle pensioni per rimanere aggiornato su tutte le novità: