Sospensione versamenti INPS e Inail 2020 per coronavirus a chi spetta e nuove scadenze

di Marianna Quatraro pubblicato il
Sospensione versamenti INPS e Inail 2020

Sospensione versamenti INPS Inail coronavirus nuove scadenze

Sospensione pagamenti dei contributi previdenziali e assistenziali per i mesi di aprile e di maggio 2020: chiarimenti Inps e per chi vale

Sospesi i versamenti contributivi e assistenziali Inps e Inail: a causa dell'emergenza coronavirus, l'Inps, con un recente messaggio, ha chiarito le nuove regole applicative delle norme previste dall’articolo 18 del decreto Liquidità imprese. Vediamo per chi vale la sospensione dei versamenti Inps e Inail 2020 e quali sono le nuove scadenze di pagamento decise.

Sospensione versamenti INPS e Inail 2020 per coronavirus a chi spetta

Stando a quanto spiegato dall’Inps, la sospensione dei versamenti dei contributi previdenziali e assistenziali a Inps e Inail spetta a:

  • aziende con dipendenti;
  • liberi professionisti iscritti alla Gestione Separata Inps;
  • aziende e lavoratori agricoli.

Per la richiesta di sospensione dei versamenti contributivi è necessario che le categorie di lavoratori sopra riportate abbiano registrato una riduzione del fatturato pari almeno al 33% rispetto allo stesso mese del precedente periodo d’imposta da verificare distintamente per il mese di marzo e per il mese di aprile.

In particolare, i chiarimenti riportati nel messaggio Inps prevedono la sospensione di pagamenti dei contributi previdenziali e assistenziali per i mesi di aprile e di maggio 2020 per i soggetti esercenti attività d’impresa, arte o professione, con domicilio fiscale e sede legale o sede operativa in Italia che abbiano registrato ricavi o compensi non superiori a 50 milioni di euro nel periodo di imposta precedente a quello in corso alla data di entrata in vigore della misura e che hanno subito una riduzione del fatturato o dei corrispettivi di almeno il 33 % nel mese di marzo 2020 rispetto allo stesso mese del precedente periodo d’imposta e nel mese di aprile 2020 rispetto allo stesso mese del precedente periodo d’imposta.

Se, per esempio, un professionista ha registrato un calo del fatturato del 20% nel mese di marzo e del 40% nel mese di aprile, non può beneficiare della sospensione dei versamenti per il mese di marzo ma può beneficiarne per il mese di aprile.

La sospensione dei versamenti contributi previdenziali e assistenziali a Inps e Inail spetta anche ad imprese e autonomi costituiti dopo il 31 marzo 2019 e in tali casi cui non è richiesto alcun calo del fatturato, mentre per artigiani e commercianti, enti non commerciali, compresi quelli del Terzo Settore e quelli religiosi civilmente riconosciuti, si attendono ulteriori informazioni con apposito messaggio.

Sospensione versamenti INPS e Inail 2020 per coronavirus nuove scadenze

La sospensione dei pagamenti di contributi previdenziali e assistenziali a Inps e Inail in scadenza ad aprile e maggio valido per i mesi di marzo e aprile a condizione di aver registrato, come sopra spiegato, un calo del fatturato di almeno il 33% per ognuno dei due mesi, vale fino al mese di giugno.

La nuova data di scadenza dei relativi versamenti di contributi a Inps e Inali è fissata al 30 giugno, con possibilità di pagamento in un’unica soluzione o in un massimo di cinque rate.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sulle pensioni per rimanere aggiornato su tutte le novità: