Spesometro novità oggi proroga decisione da Ministero Economia e Agenzia Entrate ufficiale mercoledì 13 Febbraio

Chiesta ancora una proroga della scadenza dello spesometro: troppe scadenze fiscali a febbraio. Le richieste dei commercialisti

Spesometro novità oggi proroga decisione

Spesometro proroga rinvio Agenzia Entrate aggiornamenti


Novità proroga spesometro e altre scadenze fiscali mese di Febbraio 2019, ultime notizie e ultimissime e aggiornamenti oggi 13 Febbraio 2019: Dopo un tavolo tecnico è arrivata la novità tanto attesa, ovvero la proroga tra due mesi, ovvero dal 28 Febbraio alla nuova scadenza del 30 Aprile per lo spesometro e l'esterometro. La decisione è ufficiale anche se l'ufficialità vera e propria arriverà solo con un decreto del Presidente del Consiglio dei ministri ma che arriverà come confermato da Massimo Bitonci della Lega e sottosegretario dell'Economia.

Nella riunione è stato deciso anche che le comunicazioni dei dati delle liquidazioni Iva dell’ultimo trimestre 2018 rimaranno al 28 Febbraio, mentre non ci sarà al momento nessun rinvio e proroga per la moratoria delle multe e sanzioni sulla fattura elettronica.

SOTTO nell'articolo le richeiste dei commercialisti di un nuovo calendario fiscale per Febbraio 2019 e non solo

Novità proroga spesometro e altre scadenze fiscali mese di Febbraio 2019, ultime notizie e ultimissime e aggiornamenti oggi 13 Febbraio 2019: Potrebbe essere prorogata al 31 marzo la scadenza per la comunicazione dei dati delle fatture relative alle operazioni transfrontaliere (esterometro) e dello spesometro.

Per quanto riguarda che l’esterometro, nuova comunicazione mensile dei dati delle fatture emesse e ricevute da e verso operatori esteri, per cui non vale il nuovo obbligo di emissione di fatture elettroniche, la scadenza è al momento fissata al 28 febbraio 2019, ma è possibile che la richiesta di proroga alla fine del mese di marzo venga approvata per evitare che effettivamente le tante scadenze fiscali per i commercialisti diventino un problema, tra possibili errori e ingorghi.

Se, da una parte, sembra sempre più fattibile la proroga di spesometro ed esterometro, decisamente meno probabile ad oggi è la proroga della moratoria sulle sanzioni per la fattura elettronica.

In una lettera inviata al Ministro dell’Economia, Giovanni Tria, e al Direttore dell’Agenzia delle Entrate, Antonino Maggiore, il presidente nazionale dei commercialisti, Massimo Miani, ha infatti chiesto anche la proroga dal 16 febbraio al 16 marzo della moratoria sulle sanzioni per la trasmissione delle fatture elettroniche in ritardo e un nuovo calendario delle scadenze fiscali dei mesi di febbraio e marzo.

Secondo l’associazione dei commercialisti le nuove scadenze dovrebbero essere: proroga al 16 marzo delle sanzioni per tardiva trasmissione fatture elettroniche dei contribuenti mensili; primo aprile termine per la comunicazione dati oneri deducibili e detraibili per dichiarazioni precompilate e per la comunicazione delle certificazioni uniche; 15 aprile termine per la comunicazione dati fatture relativa al secondo semestre 2018 (o quarto trimestre 2018) e per la comunicazione dati liquidazione periodica Iva del quarto trimestre; 30 maggio scadenza per la prima comunicazione mensile dati operazioni con soggetti non residenti.

SOTTO TUTTI GLI ALTRI DETTAGLI E NOVITA' E AGGIORNAMETI per proroga e rinvio spesometro e altre scadenze fiscali

Si prepara ad essere rinviata la scadenza di presentazione dello spesometro 2018: stando, infatti, a quanto riportano le ultime notizie, alla luce delle tante richieste arrivate dai commercialisti, è possibile che l’Agenzia delle Entrate opti per una proroga della scadenza dello spesometro. Lo spesometro è comunicazione che i titolari di partita Iva devono presentare all'Agenzia delle Entrate per le operazioni superiori a 3.600 euro (IVA inclusa) certificate da scontrino o ricevuta fiscale e tutte quelle fatturate. Non deve, invece, essere presentato dai contribuenti nei regimi forfettario e dei minimi, commercianti al dettaglio per operazioni al di sotto di 3.000 euro (al netto di IVA) e agenzie di viaggio per importi inferiori a 3.600 euro (al netto di IVA).

Spesometro: data scadenza e proroga Entrate

Le ultime notizie confermano che il termine di scadenzaper la comunicazione dei dati delle fatture del secondo semestre 2018 fissato per il 28 febbraio 2019 si aggiunge ai tanti altri adempimenti Iva previsti nella stessa giornata, senza dimenticare che febbraio è il mese della scadenza ufficiale di trasmissione di fatture elettroniche per i contribuenti con liquidazione Iva mensile relative alle operazioni effettuate nel mese di gennaio e per evitare problemi, caos, difficoltà e ingorghi, i commercialisti hanno in realtà chiesto non solo la proroga di invio dello spesometro ma l’intera revisione del calendario delle scadenze fiscali di febbraio e non solo.

Per quanto riguarda lo spesompetro, la cui scadenza è fissata al 28 febbraio 2019 per l’invio dei dati delle operazioni relative al secondo semestre 2018, ANC e ADC, le due principali sigle sindacali dei commercialisti, chiedono ancora ad oggi martedì 12 febbraio la proroga della scadenza al 31 marzo 2019, mentre il Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili, ne ha chiesto una proroga al 15 aprile 2019 sempre a causa dell’accavallarsi delle troppe scadenze fiscali.

Spesometro e altre scadenze fiscali: il calendario di febbraio

Il mese di febbraio è, infatti, ricco di scadenze fiscali cui i commercialisti devono adempiere e che rischiano di creare non poco caos. Gli appuntamenti sono: il 18 febbraio per i contribuenti con liquidazione IVA mensile che potranno trasmettere le fatture elettroniche di gennaio beneficiando della moratoria delle sanzioni; il 28 febbraio i soggetti obbligati dovranno comunicare i dati delle spese deducibili e detraibili che entreranno nella precompilata; sempre il 28 febbraio bisogna al momento inviare lo spesometro del secondo semestre; inviare la comunicazione dei dati delle liquidazioni IVA del quarto trimestre 2018; trasmettere il primo esterometro con i dati elativo ad operazioni con soggetti non residenti.