Tasse su casa e comunali: si paga di più in Liguria. La classifica di tutte le città

Tasse locali: è la Liguria la più tartassata. Classifica di chi paga di più e attese per il prossimo anno. Cosa cambierà e ulteriori aumenti previsti

Tasse su casa e comunali: si paga di più

Tasse comunali record Liguria classifica altre regioni


La Liguria regione in cui si pagano le tasse locali più alte: stando a quanto riportano le ultime notizie, infatti, pagheranno in media circa703 euro all’anno di tasse comunali il prossimo 2018, ponendo pertanto la regione in testa nella classifica di quelle più salassate dal peso del fisco italiano. In coda alla classifica, invece, troviamo la Calabria, con una media di tasse locali di 298 euro a testa. Una differenza di ben 405 euro che è decisamente elevata. Ma quali sono costi e pagamenti che influiscono sul conto da versare e a queste abnormi differenze?

Liguria regione più tartassata di tasse e classifica regioni e città

Stando alle elaborazioni del Ministero del Tesoro, gli italiani l’anno prossimo pagheranno in media 489 euro di tasse comunali. Chi pagherà di più, come detto, sono i liguri, ben 703 euro medi, seguiti da quelli che vivono:

  1. nel Lazio con 596 euro;
  2. in Toscana con 581 euro;
  3. in Emilia Romagna con 570 euro;
  4. in Piemonte con 500 euro;
  5. in Lombardia con 498 euro;
  6. in Veneto con 479 euro;
  7. in Umbria con 464 euro;
  8. in Abruzzo con 451 euro;
  9. nelle Marche con 429 euro;
  10. in Puglia con 389 euro;
  11. in Campania con 377 euro.

E prima dei calabresi, fanalino di coda della classifica con soli 298 euro di tasse annue da versare si posizionano i lucani, con 310 euro, e i molisani, con 354 euro. Sempre stando a quanto riportano le ultime notizie, particolarmente pesanti sarebbero Irpef comunale e tassa sui rifiuti ma l’imposta che avrebbe il peso più rivelante nel conto finale è rappresentata dall’Imu, che avrebbe un costo medio di 197 euro e che in Liguria arriva a 326 euro mentre in Basilicata si ferma a soli 108 euro. Le città in cui l’Imu è più alta sono:

  1. Liguria, con 326 euro:
  2. Toscana con 236 euro;
  3. Emilia Romagna con 234 euro;
  4. Lazio con 232 euro;
  5. Piemonte con 212 euro;
  6. Lombardia con 200 euro;
  7. Veneto con 196 euro;
  8. Abruzzo con 181 euro;
  9. Marche con 170 euro;
  10. Umbria con 168 euro;
  11. Molise con 159 euro;
  12. Puglia con 158 euro.

Peso tasse locali e cosa aspettarsi per il prossimo anno

I conti appena riportati, a prescindere dal carico fiscale che attualmente pesa sui contribuenti italiani, sono frutto degli aumenti che si prospettano per il prossimo anno e definiti nel nuovo Def, documento di economica e finanza. Secondo le ultime notizie, infatti, le entrate derivanti dal pagamento delle tasse nel 2018 dovrebbero salire di 11 miliardi di euro  e la spesa pubblica di quasi 10 miliardi. Dovrebbe, in particolare, aumentare l’Iva, di 4,9 miliardi (+2,04%), e dovrebbero salire anche i versamenti allo Stato per contributi sociali e previdenziali, passando dai 224,5 miliardi del 2017 ai 232,8 miliardi del 2018, ai 241,7 miliardi del 2019, ai 247,4 miliardi del 2020. Dovrebbero salire anche le altre entrate correnti per 5,2 miliardi (+7,41%) e il totale delle entrate dello Stato dovrebbe aumentare di 77,3 miliardi (+9,81%) rispetto al 2016 nei prossimi quattro anni, passando dai 799,5 miliardi del 2017 agli 826,5 miliardi del 2018, agli 850,6 miliardi del 2019 e agli 865,8 miliardi del 2020.