Cipolla Bianca di Margherita Igp si presenta a livello nazionale

Che si tratti di un'eccellenza è dimostrato dalla sua versatilità tra i fornelli. La cipolla bianca di Margherita è disponibile in quattro varianti.

Cipolla Bianca di Margherita Igp si pres

Cipolla Bianca di Margherita Igp


La svolta è arrivata perché la cipolla bianca di Margherita è adesso Igp. Significa che questo ennesimo prodotto alimentare italiano è adesso protetto e per potersi definire tale deve rispettare una serie di caratteristiche ben precise, come spiegato dall'Associazione italiana consorzi indicazioni geografiche (Aicig) in occasione di un incontro pubblico a Roma. E che si tratti di un'eccellenza è dimostrato dalla sua versatilità tra i fornelli. Sia che si tratti di antipasti o i primi piatti, di secondi piatti o di zuppe, fino ad arrivare alla più particolare confettura a base di cipolla da abbinare con degustazione di formaggi, la cipolla bianca di Margherita nelle sue varianti - la marzaiola o aprilatica che è schiacciata ai poli, la maggiaiola più tondeggiante, la giugnese e la lugliatica ovvero quella rotonda - mostra una personalità tutta sua. Numeri alla mano, sono circa 250 i piccoli produttori e ogni anno sono coltivati circa 200 ettari per una produzione di 75.000 quintali e un giro di affari di circa 8 milioni di euro.

Ultime Notizie