Due voli colpiti da epidemia dall'Europa partiti. E' la seconda volta. Cosa succede

di Chiara Compagnucci pubblicato il
Due voli colpiti da epidemia dall'Europa

Test su tutte le 250 persone

Qualcuno ha ipotizzato la diffusione della sindrome respiratoria mediorientale da Coronavirus, la stessa che ha colpito altre persone in pellegrinaggio alla Mecca.

Cosa sta succedendo negli aerei? Non passa settimana senza che accadono episodi tra il clamoroso e l'inquietante. Come quello che ha visto protagonisti 12 passeggeri di due voli da Parigi e Monaco. Senza troppi preamboli, si sono sentiti tutti male, quasi all'unisono e senza che avessero dato alcun precedente segno di malore. Naturalmente non si conoscevano tra di loro (almeno non tutti) per cui tutto lascia immaginare che sia successo qualcosa a bordo dell'aereo. In ogni caso è ufficialmente scattato l'allarme di una nuova epidemia, le cui cause sono adesso in fase di accertamento da parte delle autorità interne e da quelle inquirenti

Altri 12 passeggeri si sentono male nell'aereo

Provando a fissare alcuni punti fermi, i due aerei dell'American Airlines erano decollati dall'Europa e diretti negli Stati Uniti. Più esattamente erano partiti da Parigi e Monaco e atterrati a Philadelphia e in 12 si sono sentiti male avvertendo febbre, tossa convulsa. Il problema è che non si è trattato della stessa epidemia perché gli stessi sintomi registrati a bordo dei altri voli. Sull'Emirates 203 diretto da Dubai a New York altri passeggeri avevano lamentato malori durante il viaggi. Prima ancora un A388 con circa 500 passeggeri, è atterrato a New York circondato da ambulanze e dalle squadre hazmat. Tra passeggeri si era sparsa a voce della presenza del rapper Vanilla Ice. La ragione? Un'altra epidemia a bordo.

Test su tutte le 250 persone presenti al momento del decollo

Si resta comunque in attesa dei risultati degli esiti degli esami per fare chiarezza su quanto è accaduto in questi voli ovvero quale sia il filo comune a tutti gli episodi. Anche se è tutto da confermare e non ci sono certezze, qualcuno ha ipotizzato la diffusione della sindrome respiratoria mediorientale da Coronavirus, la stessa che ha colpito altre persone in pellegrinaggio alla Mecca. Ma, è bene sottolinearlo, non si registrano ancora conferme. In ogni caso, il Center for Disease Control and Prevention degli Stati Uniti è intervenuto all'aeroporto di Filadelfia rilasciando le prime comunicazioni e riferendo che anche se 12 passeggeri nei due aerei lamentassero problemi, i test sono stati eseguiti su tutte le 250 persone presenti al momento del decollo.

Nella nota ufficiale il Center for Disease Control and Prevention degli Stati Uniti, è a conoscenza di due voli dell'American Airlines provenienti da Parigi e dalla Germania il volo 755 da Parigi, e il 717 da Monaco) che sono giunti a Filadelfia con passeggeri ammalati a bordo.

Ultime Notizie