Aerei anonimi che volano in Italia. Ecco cosa sta succedendo

di Marianna Quatraro pubblicato il

Quale sarebbe la reazione se si acquista un biglietto per una rinomata compagnia area per un volo internazionale per poi imbarcarsi in un velivolo anonimo e tutto bianco?

Aerei anonimi che volano in Italia. Ecco

Aerei bianchi e anonimi in Italia

Com'è diventato complesso il sistema aeroportuale italiano. Negli anni è aumento il numero delle compagnie che solcano i cieli italiani e che fanno scalo nei principali aeroporti italiani. Per i viaggiatori si tratta di un innegabile vantaggio perché da un parte vedono aumentare le occasioni per andare da una parte all'altra del mondo e dall'altra il livello medio delle tariffe è andato più in basso. Ma c'è evidentemente qualcosa che non va e va a intaccare il livello di soddisfazione degli italiani e, a dirla tutta, anche di preoccupazione.

Quale sarebbe la reazione se si acquista un biglietto per una rinomata compagnia area per un volo internazionale, come Norwegian Air, per poi imbarcarsi in un velivolo anonimo, tutto bianco, che poi si scopre di appartenenza della EuroAtlantic Airways? Non c'è dubbio che qualche titubanza inizi a fare capolino, ma è tutto normale. Almeno in Italia.

Aerei bianchi e anonimi in Italia

Come racconta il Corsera in questa vicenda che si caratterizza per gli interventi delle compagnie aeree, la consultazione delle regole di volo e gli immancabili commenti sui social dei passeggeri, gli aerei anonimi che volano nei cieli italiani stanno diventando la regola anziché l'eccezione. Il quotidiano cita il caso del volo Air Italy IG627 per Cagliari che, nella realtà, si è trasformato nel Fokker 100 dell'azienda croata Trade Air. Oppure del volo easyJet U22697 Milano-Ibiza che è diventato un volo con Airbus A320 operato da SmartLynx Airlines Estonia.

E perfino del volo Roma a New York su un Boeing 787 Dreamliner di Norwegian Air che si è in realtà consumato su un Boeing 767-300 di proprietà dei portoghesi di EuroAtlantic Airways. Corsera è andato oltre, ha approfondito la vicenda e ha scoperto che i vari easyJet, Air Italy e Norwegian Air stanno dirottando i passeggeri su almeno sette aerei con base in Croazia, Portogallo, Bulgaria, Grecia ed Estonia.

I casi easyJet, Air Italy e Norwegian Air

Più esattamente easyJet utilizza due Airbus A320 della estone SmartLynx Airlines; Air Italy utilizza il Fokker 100 della croata Trade Air, l'Embraer E190 di Bulgaria Air e due Boeing 737 della bulgara Tayaran Jet e della greca Lumiwings; Norwegian Air utilizza il portoghese Boeing 767-300. Il punto è che nella maggior parte dei casi si tratta di velivoli datati di molti e molti anni.

Ma ecco che dopo la segnalazione del quotidiano, sono arrivati mail e post pubblici di casi simili, come l'Airbus A340 di Plus Ultra e il Boeing 737 di Air Horizont che volando per Blue Panorama-Blu Express e il Boeing 737 della greca Lumiwings per Fly Ernest. Nulla di illegale, intendiamoci, perché la pratica wet lease è regolamentata, sottoposta a controlli e diffusa sia per ragioni tecniche e sia operative.

Secondo la Carta dei diritti del passeggero elaborata da Enac, il passeggero ha diritto a essere informato anticipatamente in merito alla compagnia aerea che effettua il volo (vettore aereo operativo) nel caso in cui questa sia diversa da quella con cui si è prenotato il trasporto (vettore aereo contrattuale).

Ti è piaciuto questo articolo? star

Seguici su Facebook, clicca su "Mi Piace":