Birre artigianali le migliori del 2018. E il nuovo marchio di certificazione.

Il nuovo marchio verrà presentato per la prima volta durante i lavori del salone internazionale EurHop, dedicato alle birre artigianali, che si terrà a Roma dal prossimo 12 ottobre e fino al al 14

Birre artigianali le migliori del 2018.

Un marchio per certificare la qualità di una birra artigianale. La novità sarà introdotta presto in Italia. Ecco cosa accadrà


Adesso i cultori della birra potranno contare su un’arma in più per distinguere una birra artigianale originale dai tentativi di imitazioni. Anche in Italia, infatti, è in arrivo un marchio che certifica quali sono le birre realmente artigianali. Che stanno conquistando fette di mercato sempre più importanti, soprattutto tra chi è davvero intenditore di birra. A proporre la certificazione è stata l’associazione di categoria dei birrifici indipendenti italiani. Il marchio verrà presentato per la prima volta durante il salone internazionale EurHop, dedicato alle birre artigianali, che si terrà a Roma dal prossimo 12 ottobre e fino al al 14. Vediamo anche quali sono le migliori birre del 2018.

Arriva il marchio che le certifica

Appuntamento dunque al 12 ottobre per l’appuntamento clou da non perdere per tutti i cultori della birra. Durante la tre giorni di EuroHop, salone internazionale della birra artigianale, saranno oltre ottocento le tipologie di birra esposte negli stand con la partecipazione di centouno birrifici italiani e internazionali. Questi i numeri del salone delle birre artigianali, kermesse che ospiterà anche la presentazione del marchio, lanciato finalmente anche in Italia, che certifica la qualità delle produzioni artigianali. Il marchio è riservato ai birrifici con una produzione superiore ai duecentomila ettolitri di produzione sulla base della normativa vigente che definisce la birra artigianale.

Le migliori birre artigianali del 2018

Le migliori birre artigianali del 2018 in Italia sono state elette durante rassegna, giunta alla tredicesima, Birra dell’Anno 2018, il più importante concorso brassicolo nazionale che premia le birre d’eccellenza del bel paese e il migliore birrificio d’Italia. I produttori che hanno affollato gli spazi della Fiera di Rimini dove l’associazione Unionbirrai organizza la rassegna con il supporto di Italian Exhibition Group sono stati 279 per un totale di 1650 birre, con un incremento d circa il venti per cento rispetto all’edizione precedente.

Ecco i vincitori eletti da una giuria di ottantaquattro esperti provenienti da ogni angolo del pianeta. Per la categoria delle birre chiare, a bassa fermentazione, a basso grado alcolico, di ispirazione tedesca e ceca la classifica vede al primo posto la Vetra di Vetra Pils seguita da Birrificio artigianale - Brew Gruff - Pilsener. Poi Edfil - Edfil Pils. Menzioni d’onore per Birra Mastino - 1291 e Biren - Philippe. Per quanto riguarda la categoria delle birre chiare, a bassa fermentazione, a basso grado alcolico, di ispirazione europea il gradino più alto del podio è del Birrificio Benaco 79 - Helles poi Birrificio Birracruda - Helles e Brùton - Eva. Menzione d'onore a Birra Mastino – Cangrande e a La Birra di Meni - Durgnês.

Per le birre chiare ed ambrate, a bassa fermentazione, da basso ad alto grado alcolico, caratterizzate dall’evidente presenza di luppolo d’aroma e d’amaro di ispirazione americana la classifica è Oldo – Reggia, Birrificio Manerba - Sunshine Party e Soralama' Srl Slurpm. Menzione d'onore per Gilac – Chandra. Ma la classifica è lunga perché le categorie sono tante. I più curiosi possono cercarla tutta.