Case ad 1 euro in Abruzzo 2020. Lista aggiornata Comuni che le vendono

di Chiara Compagnucci pubblicato il
Case ad 1 euro in Abruzzo 2020. Lista ag

Dove comprare case a 1 euro Abruzzo

Il fenomeno delle case a 1 euro si spiega con molta facilità, così come i modi per partecipare. L'affare lo fanno in due: il compratore e il comune promotore dell'iniziativa.

Si estende senza soluzione di continuità la possibilità di comprare case a 1 euro. Ed è proprio così ovvero è sufficiente versare un solo euro per diventare proprietari di un immobili.

A patto naturalmente di aggiudicarsi l'abitazione perché, come ci insegnano i casi del passato, sono in tanti a tentare l'affare.

Capita anche in Abruzzo con il comune Lecce nei Marsi in provincia dell'Aquila e si resta in attesa di altre adesione. Il fenomeno delle case a 1 euro si spiega con molta facilità, così come i modi per partecipare.

Succede infatti che i comuni hanno una duplice necessità: da una parte quella di recupare immobili degradati e fatiscenti, per quanto ampi e facilmente valorizzabile.

Dall'altra assistono a un progressivo spopolamento con la fascia più giovane degli abitanti che si sposta dalla zone dell'entroterra verso altre più centrali.

Nella grande maggioranza dei casi, i comuni coinvolti sono infatti quelli interni, storicamente alle prese con problemi di emergenza abitativa, per quanto si tratti di cittadine di valore e con una storia alle spalle.

Vediamo quindi

  • Dove comprare case a 1 euro in Abruzzo
  • Case a 1 euro, Comuni che le vendono

Dove comprare case a 1 euro in Abruzzo

Il caso di Lecce nei Marsi in provincia dell'Aquila ha attirato l'attenzione dei media nazionali perché l'amministrazione comunale aveva coinvolto l'Agenzia delle entrate per effettuare la valutazione dell'effettivo valore catastale degli immobili.

Si è trattata di una decisione a favore dell'acquirente della casa a 1 euro nel cuore del Parco nazionale d'Abruzzo per evitare di avere una casa dal valore catastale enorme rispetto a quello reale.

In buona sostanza, l'amministrazione comunale di Lecce nei Marsi aveva chiesto il reale valore dei ruderi per fare in modo che chi acquista sapesse già quanto poi dovrà pagare di tasse.

Il primo cittadino parlava proprio di ruderi perché in fin dei conti si tratta di immobili che hanno bisogno di una ristrutturazione definitiva per essere rimessi in piedi ed evitare che possano scivolare nel degrado.

Case a 1 euro, Comuni che le vendono

Come dimostrano i numeri - basti vedere i casi di Toscana (Fabbriche di Vergemoli in provincia di Lucca e a Montieri in provincia di Grosseto), Sardegna (Montresta in provincia di Oristano, Ollolai in provincia di Nuoro, Nulvi in provincia di Sassari), Sicilia (Bivona in provincia di Agrigento, Cammarata in provincia di Agrigento, Gangi in provincia di Palermo, Mussomeli in provincia di Caltanissetta, Regalbuto in provincia di Enna, Salemi in provincia di Trapani, Sambuca in provincia di Agrigento, Saponara in provincia di Messina, Termini Imerese in provincia di Palermo), Marche (Cantiano, nella provincia di Pesaro Urbino) - l'iniziativa piace e ha un gran successo.

In qualche modo viene sottoscritto un patto tra acquirente e venditore con il primo che, in cambio di una spesa simbolica per diventare proprietario dell'immobile, si impegna alla ristrutturazione e quindi anche alla restituzione di maggior decoro alla cittadina.