Chiuso nel frigo di un supermercato. La sua reazione è davvero inaspettata

L’uomo in questione un 38enne residente a Marshfield nel Wisconsin, ha sorpreso tutti con il suo comportamento e, invece di preoccuparsi per la propria incolumità ha ben pensato di agire in altro modo

Chiuso nel frigo di un supermercato. La

La reazione davvero inaspettata dell'uomo rimasto chiuso nel frigo di un supermercato

A volte il comportamento degli esseri umani risulta davvero sorprendente. La storia dell’uomo rimasto chiuso nel frigo di un supermercato può essere considerata un paradigma per comprendere di cosa stiamo parlando. L’uomo in questione, un 38enne residente a Marshfield, nel Wisconsin, ha sorpreso tutti con il suo comportamento e, invece di preoccuparsi per la propria incolumità, come avrebbe magari fatto il 99,9 per cento delle persone che si fossero trovate nella medesima condizione, ha ben pensato di agire in altro modo.

Chiuso nel frigo di un supermercato, infatti, l’uomo si è ben guardato dal chiedere aiuto o chiamare i soccorsi. E nonostante il freddo mordesse eccome, è stato sopraffatto dalla voglia di birra. E siccome, guardandosi intorno, si è subito reso conto che si trovava in una sorta di Eldorado da questo punto di vista, non ha resistito alla tentazione e ha polverizzato tutte le casse di birra, tre, presenti all’interno del frigo. Ovviamente per lui sono scattate le manette, ma la sua reazione è stata davvero inaspettata.

Chiuso nel frigo di un supermercato

Il protagonista di questa curiosa vicenda è Jeremy Van Ert, un 38enne del posto che è restato chiuso per diverse ore nel frigo di un supermercato. Lungi dal farsi prendere dal panico, con una temperatura che si aggirava costantemente intorno agli 0 gradi, l’uomo ha pensato di riscaldarsi a suon di birre. E, una bottiglia dopo l’altra, ha praticamente prosciugato le scorte presenti nel frigo, circa tre casse.

Una volta tirato fuori dalle forze dell’ordine si è giustificato dicendo di essersi recato nel frigo per comprare una cassa di birra ma che, una volta dentro, vi sarebbe rimasto chiuso involontariamente. Versione che non ha convinto gli agenti della polizia di Marshfield che invece parlano di atto fatto con piena coscienza. La sua reazione davvero inaspettata sarebbe stata dettata dalla direzione del supermercato di non vendergli la birra. L’uomo a quel punto si sarebbe barricato volontariamente nel frigo del supermercato.

La sua è una reazione inaspettata, adesso l’uomo è in carcere

Ecco da dove deriverebbe quindi la sua reazione che è stata davvero inaspettata. Ma dopo la sorpresa iniziale, e dopo diverse ore, l’uomo è stato liberato quando erano le sei del mattino. Merito di un ignaro cliente del supermercato che ha aperto la porta del frigo facendo la curiosa scoperta. Che non ha mancato di destare sorpresa tra i dipendenti del supermercato che non riuscivano a credere ai propri occhi.

E che, in preda allo choc, non sono riusciti a trattenere l’uomo che invece di spiegare come mai fosse rimasto chiuso nel frigo per tutte quelle ore, ha ben pensato di darsi alla fuga. Una fuga moto breve visto che la condizione non proprio ottimale a causa dei residui della sbornia, non gli consentiva di reggersi in piedi tanto da cadere sopra a una pila di casse di birra, rompendone tre. Ora Van Elt si trova in carcere con l'accusa di furto perché non ha pagato tutte le birre consumate.

Ti è piaciuto questo articolo? star

Commenta la notizia
di Luigi Mannini pubblicato il