Concorsi scuola e Pas 2019 e assunzioni precari. Chi, quando e come spiegato da Ministro Bussetti

di Marianna Quatraro pubblicato il
Concorsi scuola e Pas 2019 e assunzioni

Concorsi scuola Pas 2019 assunzioni precari quando

Atteso in autunno il bando per il nuovo concorso della scuola: le ultime notizie dal ministro Bussetti e come sarà

Il ministro dell’Istruzione, Marco Bussetti, conferma un nuovo pacchetto tra nuovi concorsi e Pas 2019 che, ‘presto’, come ha detto saranno presentati in Consiglio dei Ministri. Cosa prevedono le novità per la scuola 2019? Come sarà il nuovo concorso per l’assunzione di nuovi docenti e precari?

Concorso scuola 2019 e novità

L’annuncio più atteso è quello del bando per il nuovo concorso della scuola 2019 e il ministero dell'Economia e delle Finanze, tramite la Ragioneria generale dello Stato, ha dato il via libera all'assunzione di 53.627 docenti per l'Anno scolastico 2019-2020, cinquemila meno rispetto al numero iniziale dei 58.627 unità, come voluto dal ministro Bussetti, per coprire tutti i vuoti nell’organico della scuola.

Nel frattempo, oggi, i sindacati sono stati convocati al Miur per l’informativa sul bando del concorso ordinario per infanzia e primaria per l’assegnazione di 16.959 posti in due anni scolastici. Si attendono, poi, in autunno- inverno, i concorsi per la scuola secondaria, cui potranno partecipare anche laureati con 24 CFU.

Il ministro Bussetti ha anche affermato che dopo queste tornate di concorsi, questi ultimi dovranno svolgersi in maniera regolare per evitare di avere cattedre scoperte, soprattutto in alcune zone del nostro Paese.

Come sarà il nuovo concorso della scuola 2019

Il prossimo concorso della scuola, stando a quanto anticipato e in attesa del bando ufficiale, prevederà due prove scritte e una prova orale. La prima prova scritta permetterà di valutare conoscenze e competenze del candidato sulle discipline della classe di concorso e per le classi di concorso di lingue e culture straniere, la prova si svolge interamente nella lingua prescelta.

Il superamento della prima prova permette di accedere alla seconda prova scritta che ha, invece, l’obiettivo di valutare conoscenze e competenze del candidato sulle discipline antropo-psico-pedagogiche e sulle metodologie e tecnologie didattiche.

Chi supera anche la seconda prova accede alla prova orale: quest’ultima consiste in un colloquio per valutare il grado delle conoscenze e competenze del candidato nelle discipline della classe di concorso, di conoscenza di una lingua straniera europea e di adeguate competenze didattiche nelle tecnologie dell’informazione e della comunicazione, e nella la simulazione di una lezione tipo.

Pas 2019 e novità

Partendo dai Pas 2019, percorso abilitante per i precari storici, il ministro Bussetti ha spiegato che saranno banditi entro la fine dell’anno, si svolgeranno nelle università e permetteranno a chi ha già insegnato a lungo da precario di avere l’abilitazione.

Si tratta dei docenti che hanno svolto almeno tre anni di servizio, anche non consecutivi, negli ultimi otto anni, sia nelle scuole statali sia nelle scuole paritarie e saranno riconosciuti anche l’insegnamento nei percorsi di formazione professionale e il sostegno nella scuola dell’obbligo. La partecipazione ai Pas 2019, ci ha tenuto a precisare il ministro, varrà anche per i dottori di ricerca.

Seguici su Facebook, clicca su "Mi Piace":