Contatori gas e bollette luce e acqua, ora interviene Codacons dopo truffa scoperta da Iene

Il sodalizio ha annunciato la presentazione di un esposto alla procura della Repubblica con contestuale nomina di parte offesa e una eventuale class action.

Contatori gas e bollette luce e acqua, o

Contatori gas: quanti utenti coinvolti?


Si sta incendiano la questione della presunta truffa dei contatori del gas svelata dalla Iene. Stando alla trasmissione televisiva che nelle scorse settimane ha lanciato un servizio di Matteo Viviani, la sostituzione dei contatori porterebbe in alcuni casi a conteggi sballati. Anzi, inesistenti, considerando che il contatore andrebbe avanti anche quando tutto è spento. Da qui l'appello lanciato ai telespettatori di inviare segnalazioni in redazioni nel caso di esperienza simile. E in effetti, stando a quanto raccontato, la risposta è andata al di là delle aspettative. In tanti, forse tantissimi, si trovano nelle stesse condizioni. E il tutto senza che sia per ora pervenuta una risposta ufficiale da parte delle società gestrici dell'energia.

Pronto l'esposto in procura

Chi invece sta facendo sentire la propria voce sono le associazioni a tutela dei diritti dei consumatori. Il Codacons, ad esempio, pronta ad andare fino in fondo alla vicenda. Al di là dell'assistenza garantita a chi sarebbe finito in questa presunta truffa, il sodalizio ha annunciato la presentazione di un esposto alla procura della Repubblica con contestuale nomina di parte offesa. Si vedrà se sarà aperto un fascicolo, ma se i magistrati dovessero accerterà che quanto denunciato dal tecnico in incognito corrisponde al vero - ha messo nero su bianco il Codacons nella sua comunicazione pubblica - il passo successivo sarà l'avvio di una class action per ottenere il giusto risarcimento.

Contatori gas: quanti utenti coinvolti?

Il problema è che a oggi non è possibile capire se è un problema che riguarda tutti i contatori o solo un numero limitato ovvero on è chiara la portata di questo difetto che può coinvolgere un numero imprecisato di utenti. A ogni modo, quella del Codacons non è l'unica azione in questa direzione perché a proporre un'azione collettiva ci aveva già pensato NoiConsumatori, chiamando a raccolta tutti gli utenti alle prese con le medesime anomalie. Eppure i nuovi contatori elettronici del gas avrebbero dovuto rendere la vita più facile agli utenti con il vantaggio per nulla secondario di controllo da remoto e soprattutto quello di una misurazione più attendibile.

A chiudere il trittico degli interventi pubblici sulla vicenda dei contatori del gas si segnala quello dell'Unione per la difesa dei consumatori, che è però di un altro tenore. L'associazione auspica infatti che si tratti solo di un difetto di alcuni contatori e non di una truffa a danno dei consumatori. Ma ripetiamo, oaggi non c'è stata alcuna smentita o dichiarazione ufficiale da parte delle società incaricate della gestione dei nuovi contatori o degli enti erogatori dell'energia.