Dichiarato morto si risveglia al funerale. Ecco cosa era successo veramente

La vicenda risale al 21 giugno, ma solo adesso si sono conosciuti i particolari di una storia che ha dell’incredibile. Il giovane, dopo essere stato dichiarato morto, si è risvegliato al suo funerale

Dichiarato morto si risveglia al funeral

L'incredibile storia di Mohammad Furqan 'risorto' proprio al suo funerale

Questa storia che stiamo per raccontare, viene dall’India e rientra nel novero degli incubi peggiori che si possano fare; quello di essere sepolti vivi. Mohammad Furqan, un giovane di venti anni, ci è andato molto vicino. E ha evitato questa fine davvero molto tragica per un pelo. E siccome i medici dell’ospedale privato dove era stato ricoverato avevano certificato il suo decesso, si può dire che il giovane Mohammad ha scanzato per due volte la morte. La vicenda risale allo scorso ventuno giugno, ma solo adesso si sono conosciuti i particolari di una storia che ha dell’incredibile. Il giovane, infatti, dopo essere stato dichiarato morto, si è risvegliato proprio durante il suo funerale.

La commozione, lo stupore generale e la gioia dei parenti sono facilmente immaginabili. Ecco il motivo nascosto che ha reso possibile questa resurrezione così clamorosa che però, nelle pieghe più recondite, nasconde motivazioni che poco hanno a che fare con la morale e con la religione. Vediamo perché.

Solo al funerale si risveglia

Il giovane Mohammad Furqan, ventenne indiano, dunque, è stato dichiarato morto nell’ospedale privato dove era stato accompagnato a causa di condizioni di salute che non andavano per il meglio per le ferite riportate in seguito ad un incidente stradale. I fatti risalgono allo scorso ventuno giugno quando il giovane era arrivato nella struttura ospedaliera accompagnato dai suoi parenti. E quello si stava configurando come il capolinea dell’esistenza terrena del giovane indiano visto che venne dichiarato morto dai medici del nosocomio. E mentre i parenti, distrutti dal dolore, si stavano preparando per la cerimonia funebre, il clamoroso risveglio che ha letteralmente lasciato tutti quelli che stavano partecipando al funerale, senza parole.

Ed ecco cosa è successo veramente.

Sono dovuti trascorrere diversi minuti prima che i presenti superassero lo choc scaturito dalla vista di quel giovane che poco prima era stato dichiarato morto e che invece, adesso, aveva riaperto gli occhi e si muoveva proprio dinanzi a loro. Miracolo? Segno ultraterreno? Questo non è dato saperlo. Ma il motivo del risveglio, emerso dopo qualche ora, toglie ogni incertezza e anche quella patina di mistero e, per i credenti, che si era creata. La natura di questa resurrezione è esclusivamente di matrice materiale.

Sono stati gli stessi parenti del giovane Mohammad Furqan a renderlo pubblico. In pratica il giovane era arrivato all’ospedale in condizioni critiche, ma non tali da giustificarne la sentenza di morte. Il polso, la pressione sanguigna e i riflessi, infatti, erano presenti al momento dell’arrivo al nosocomio. Il giovane è stato sottoposto alle apposite cure fino a quando la famiglia non ha fatto sapere ai medici di non poter più sostenere i costi delle cure. E il caso ha voluto che proprio in seguito a questa notizia Mohammad sia stato dichiarato morto e rispedito a casa in ambulanza. Sulla vicenda è stata aperta un’indagine. Vedremo come andrà a finire.

Ti è piaciuto questo articolo? star

Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il