Guadagna con risarcimenti che ottiene da ogni azienda a cui invia il suo curriculum. La storia

Oltre 200mila euro guadagnati da risarcimenti di aziende cui si era candidato: la storia truffaldina di un uomo del Wisconsin

Guadagna con risarcimenti che ottiene da

Guadagna risarcimenti ogni azienda curriculum storia

Fare causa alle aziende cui invia il suo curriculum vitae per fare soldi per vivere: è questa l’incredibile storia di un truffatore del Wisconsin che è riuscito ad avere risarcimento per oltre 200mila dollari, una circa decisamente ragguardevole per una vita molto dignitosa. Si tratta di una vicenda che ha spaccato in due l'opinione pubblica tra chi considera l'uomo un truffatore di bassa lega e chi invece ne esalta l'ingegno e in qualche modo lo ritiene un paladino dei diritti. Di certo le sue bugie hanno avuto le gambe corte perché, di raggiro in raggiro e forse per via dell'eccessiva avidità, è finito per essere scoperto e a rinunciare alle ingenti cifre che aveva ottenuto.

Guadagna con risarcimenti da aziende: la storia

Protagonista della storia è Cory Groshek, del Wisconsin, che in un anno e mezzo ha minacciato causa alle aziende a cui ha inviato il curriculum, ottenendo rimborsi per oltre 230.000 dollari. Tutto è nato quando l’uomo, dopo una discussione con un avvocato sulla legge che spesso viene violata da molte aziende nella selezione dei dipendenti, ha deciso di informarsi su cosa e come fare. La chiave per riuscire ad accreditarsi e farsi dare ragione è stata quella dei cavilli giudiziari, sapientemente utilizzata ai propri fini

Ma la fitta trama di cause e risarcimenti per l’uomo hanno rappresentato nei mesi una sorta di gallina dalle uova d’oro si è interrotta quando i legali di Time Warner Cable, una delle aziende cui Cory aveva presentato la candidatura per un posto di lavoro, non hanno accettato l’accordo di risarcimento proposto e hanno deciso di procedere per le vie legali. A quel punto le parti sono finite in una sorta di muro contro muro davanti a un giudice ed è stato inevitabile che emergesse tutto il passato ovvero i tentativi di truffa, andati a buon fine, dell'uomo del Wisconsin. Nonostante la montagna di candidature che aveva avanzato nel corso del tempo, la sua intenzione non sarebbe mai stata di trovare un impiego, ma di intercettare una nuova azienda da raggirare.

Piano per risarcimenti da aziende: cosa è accaduto

A quel punto la storia è stata resa nota e dalla ricostruzione dei fatti, con altre aziende che hanno riconosciuto la figura dell’uomo, è emerso che Cory aveva inviato il suo curriculum per oltre 560 offerte di lavoro da parte di grandi aziende, ma non per lavorare per le posizioni per le quali si era candidato quanto per scovare violazioni della legge nell’assunzione e chiedere un risarcimento danni minacciando di fare causa all’azienda. Un piano messo a punto con estrema meticolosità e che si è rivelato anche parzialmente vincente. Alla base delle sue contestazioni c'era la convinzione della violazione delle norme sulla selezione e l'assunzione dei dipendenti.

Effettivamente, così facendo, Cory, pur truffando le aziende, avrebbe fatto emergere una cinquantina di violazioni da parte di 46 aziende e per evitare problemi, soprattutto legali, oltre 20 avrebbero raggiunto un accordo con l’uomo, approvando risarcimenti di cifra comprese tra i 5mila e i 35mila dollari.

Ti è piaciuto questo articolo? star

Commenta la notizia
di Sara Melchionda pubblicato il